Топ-100
Indietro

ⓘ Edmond Abelé. Il 27 giugno 1972 papa Paolo VI lo nominò vescovo di Monaco. Ricevette lordinazione episcopale il 15 ottobre successivo nella cattedrale dellImmac ..




Edmond Abelé
                                     

ⓘ Edmond Abelé

Il 27 giugno 1972 papa Paolo VI lo nominò vescovo di Monaco. Ricevette lordinazione episcopale il 15 ottobre successivo nella cattedrale dellImmacolata Concezione a Monaco dal vescovo di Fréjus-Tolone Gilles-Henri-Alexis Barthe, coconsacranti il vescovo di Châlons René-Joseph Piérard e quello di Ventimiglia Angelo Raimondo Verardo. Nel presentarlo allarcidiocesi monsignor Barthe disse: "Il nuovo vescovo di Monaco, Edmond Abelé, si è dimostrato un uomo di riconciliazione e di pace. Le sue qualità di pastore si sono rapidamente affermate e nonostante la sua giovinezza, gli assicurarono unautorità sorridente". Fu il primo vescovo di Monaco ad essere ordinato nella sua cattedrale.

Il 1º dicembre 1980 papa Giovanni Paolo II lo nominò vescovo di Digne.

Negli anni di episcopato fu in grado di utilizzare le sue diverse qualità. Aveva una naturale distinzione e una vera gentilezza. Uomo di preghiera, era un pastore colto e spirituale, vicino alla gente, amava la Chiesa e i suoi sacerdoti. Era consapevole che levangelizzazione si attua attraverso la bellezza della liturgia e delleducazione, motivo per cui prestava molta attenzione alle scuole cattoliche e alla catechesi. Fu uno dei promotori del metodo "Jousse". Nella diocesi di Digne a partecipò alla fondazione della prima scuola di evangelizzazione "Jeunesse Lumière" di Senez con padre Daniel-Ange. La mancanza di sacerdoti lo perseguitava, ed è per questo che creò il focolare del seminario di Digne-les-Bains. Uomo di cultura, incoraggiò il Festival internazionale di arte cristiana di Digne-les-Bains, il primo dei quali venne presieduto dal cardinale Paul Poupard, che per loccasione veniva da Roma.

Tra il 1986 e il 1987 si ebbe una ripresa dei suoi problemi di salute che lo costrinsero a presentare le sue dimissioni al papa che le accettò il 2 giugno 1987. Si ritirò presso la sua famiglia e si trasferì nellAude, da un suo cugino.

In seno alla Conferenza episcopale di Francia fu membro del comitato per i movimenti indipendenti e del gruppo episcopale per la pastorale del turismo e delle attività ricreative.

Morì nella sua abitazione di Cournanel il 27 settembre 2017, nella festa di San Vincenzo de Paoli, all’eta di 92 anni. Le esequie si tennero il 3 ottobre alle ore 10.30 nella con-cattedrale di Notre-Dame-du-Bourguet a Forcalquier. Al termine del rito fu sepolto nella tomba dei vescovi nella cattedrale di Digne.

                                     

1. Genealogia episcopale

  • Vescovo Louis-Eugène Francqueville
  • Vescovo Edmond-Marie-Henri Abelé
  • Vescovo Théodore Legain
  • Papa Leone X
  • Cardinale René-François Régnier
  • Cardinale Florian-Jules-Félix Desprez
  • Vescovo Gilles-Henri-Alexis Barthe
  • Papa Clemente VIII
  • Vescovo Jean-Marie-Léon Dizien
  • Arcivescovo Denis-Auguste Affre
  • Arcivescovo Louis-Jacques Chapt de Rastignac
  • Cardinale Raffaele Riario
  • Papa Sisto IV
  • Arcivescovo François de Harlay de Champvallon
  • Cardinale Louis-Antoine de Noailles
  • Arcivescovo Jean-Armand de Bessuéjouls Roquelaure
  • Papa Paolo III
  • Cardinale Hugues-Robert-Jean-Charles de La Tour dAuvergne-Lauraquais
  • Cardinale Alfonso Gesualdo
  • Cardinale Laudivio Zacchia
  • Cardinale Guillaume dEstouteville, O.S.B.Clun.
  • Arcivescovo Jean-François-Ernest Ricard
  • Arcivescovo Jean-Joseph-Aimé Moussaron
  • Cardinale Antonio Marcello Barberini, O.F.M.Cap.
  • Papa Giulio II
  • Vescovo Jean-François Salgues de Valderies de Lescure
  • Cardinale Nicolò Guidi di Bagno
  • Arcivescovo Pierre-Marie-Etienne-Gustave Ardin
  • Cardinale Pietro Aldobrandini
  • Arcivescovo Christophe de Beaumont du Repaire
  • Cardinale Francesco Pisani