Топ-100
Indietro

ⓘ Prenomi derivati da zoonimi ..




                                               

Agnello (nome)

Continua il soprannome latino Agnellus nel significato cristiano di Agnello di Dio, simbolo di Gesù quale vittima innocente per la salvezza dellumanità. Raro nel Nord Italia, è invece ampiamente diffuso nel Sud; in Campania è presente nella forma regionale Aniello e riflette il culto di santAgnello di Napoli.

                                               

Ákos

Ha probabilmente antiche origini turche; potrebbe essere composto dai termini ak "bianco" e kus "falco", quindi "falco bianco", oppure da ak e üs "base militare"; è stato talvolta confuso con il nome Acacio. Era uno di quei nomi diffusi in Ungheria in epoca medievale, specialmente fra laristocrazia. Portato da un capo cumano nellXI secolo, il suo uso più diffuso fra la popolazione è attestato particolarmente verso la fine del XIV secolo; dopo alcuni secoli di relativo inutilizzo, venne ripreso nel XIX, e da allora è rimasto in uso, sebbene non sia fra i nomi più comuni.

                                               

Alcione (nome)

Deriva dal nome greco antico Αλκυονη Alkyone o Αλκυονη, Halkyone, basato su ἀλκυών, che significa "martin pescatore"; ἀλκυών viene tradizionalmente fatto derivare da ἅλς hals, "sale" combinato con κύων kyon, "cane" oppure con κυέω. Di tradizione classica, nella mitologia greca Alcione era una figlia di Eolo, che venne mutata dagli dei, appunto, in martin pescatore; unaltra Alcione era una delle Pleiadi, figlie di Atlante.

                                               

Aquila (nome)

Nome di scarsissima diffusione, attestato sia al maschile che al femminile. Riprende il cognomen romano Aquila, indicante laquila, luccello rapace; è quindi affine per semantica ad Ezio, Ari e Arne. Etimologicamente, il termine aquila è la forma femminile di aquilus, reso generalmente come dal colore scuro"; alla stessa radice risale il nome Aquilino. In epoca romana era piuttosto comune come nome maschile, ma comunque era ambigenere. Il nome è citato nel Nuovo Testamento, dove Aquila e Priscilla sono due sposi che ospitano Paolo a Corinto.

                                               

Ari (nome)

Il nome ha più etimologie possibili, tutte valide, identificanti cioè nomi omografi provenienti da lingue e culture diverse: Nome armeno maschile, scritto in alfabeto armeno Արի Ari, che significa "coraggioso"; è in tal caso affine per semantica a Baldo, Urho, Erol e Hartmann. Titolo egizio che significa "guardiano", ma interpretato occasionalmente su alcune iscrizioni funebri come "compagno" o "cittadino". È anche il nome egizio dellAria o Battria. Ari o Aris è un diminutivo comune per molti nomi greci maschili e femminili, come Aristotele, Aristide, Arianna e molti altri, la maggioranza ...

                                               

Arne (nome)

Si trattava inizialmente di un ipocoristico, poi divenuto nome a sé, di diversi prenomi norreni comincianti con arn, "aquila", come Arvid e Arnolfo. In tedesco, per il primo dei due, Arne funge tuttora da diminutivo. È affine, dal punto di vista semantico, ai prenomi Ezio, Aquila e Ari