Топ-100
Indietro

ⓘ Colonna cromatografica. La colonna cromatografica è lo strumento principale usato nella tecnica della cromatografia. Si compone di due parti fondamentali: il su ..




Colonna cromatografica
                                     

ⓘ Colonna cromatografica

La colonna cromatografica è lo strumento principale usato nella tecnica della cromatografia. Si compone di due parti fondamentali: il supporto e limpaccamento. Il supporto consiste fondamentalmente nella colonna stessa, intesa in senso fisico ovvero il cilindro dove viene fatto scorrere lanalita. Per impaccamento si intende invece la matrice inserita allinterno della colonna, una sostanza che permette di separare i composti iniettati. Un esempio di colonna è la cosiddetta "C-18", una colonna cromatografica largamente usata, il cui nome deriva dalla natura dellimpaccamento usato, una molecola costituita da 18 atomi di carbonio.

                                     

1. Capacità di una colonna cromatografica

La capacità di una colonna cromatografica peak capacity in inglese è la quantità massima di composti che questa riesce a separare.

La capacità di una colonna cromatografica si calcola, secondo la teoria dei piatti come:

n c = 1 + N 4 ln ⁡ V m a x V m i n {\displaystyle n_{c}=1+{\frac {\sqrt {N}}{4}}\ln {\frac {V_{max}}{V_{min}}}}

Dove:

  • N = numero di piatti teorici della colonna
  • V min = volume minimo di fase mobile in cui un analita può essere eluito e rilevato
  • V max = volume massimo di fase mobile in cui un analita può essere eluito e rilevato
                                     
  • della scacchiera Colonna figura araldica Colonna a riempimento, colonna a piatti, colonna di distillazione e colonna cromatografica apparecchiature
  • strumentale della cromatografia in fase liquida su colonna classica. Si tratta di una tecnica cromatografica che permette di separare due o più composti presenti
  • proveniente dalla colonna cromatografica Un filamento conduttore è immerso nel gas carrier all uscita della colonna cromatografica quando la composizione
  • forno accuratamente termostatabile, in cui viene alloggiata la colonna cromatografica Essa è sommariamente formata da un avvolgimento costituito da un
  • l eluizione è la separazione di due o più sostanze adsorbite in una colonna cromatografica per lavaggio con un opportuno solvente. Dopo la fuoriuscita, le
  • all interno della colonna cromatografica sia il più stretta possibile. L efficienza di un sistema cromatografico e in particolare di una colonna si quantifica
  • sinonimo di volume Capacità quantità massima di composti che una colonna cromatografica riesce a separare Capacità funzione d insieme monotona che gode
  • lavorano in flusso e che vengono poste, ovviamente, a valle della colonna cromatografica Le celle vengono realizzate in tubi isolanti dove gli elettrodi
  • un solvente organico o acquoso ed eluisce i soluti attraverso la colonna cromatografica I soluti con un volume maggiore dei pori della fase stazionaria
  • della fase stazionaria. Come nella normale cromatografia, si ha una colonna cromatografica impaccata con uno speciale tipo di resina, in grado di scambiare
  • rivelatore a fotoionizzazione le molecole che fluiscono dalla colonna gas - cromatografica vengono ionizzate da una radiazione ultravioletta proveniente