Топ-100
Indietro

ⓘ Boccolino di Guzzone. Figlio di Guzzone e di Francesca Ottoni di Matelica, fu di temperamento indocile e indipendente. Studiò matematica e fece pratica di armi ..




                                     

ⓘ Boccolino di Guzzone

Figlio di Guzzone e di Francesca Ottoni di Matelica, fu di temperamento indocile e indipendente. Studiò matematica e fece pratica di armi col capitano Bartolaccio di Monte dellOlmo, poi a Milano presso Galeazzo Maria Sforza, dal quale venne messo al servizio di Carlo il Temerario.

Nel 1477 comandò la cosiddetta battaglia del porco contro Ancona. Lanno seguente fu nominato condottiero della repubblica di Firenze, nella guerra di Lorenzo il Magnifico contro il papa.

Nel 1480-81 partecipò allassedio di Otranto, dove si formò una compagnia di Morlacchi.

Tra il 1483 ed il 1484 capitanava milizie della Chiesa a Ferrara, nella guerra contro Venezia, quando ottenne il titolo di conte del Poggio. Andò quindi in aiuto dei Fermani contro gli Ascolani 1484-85. Fu poi eletto gonfaloniere ad Osimo, successore del padre, e si sposò con Francesca Leoni di Ancona.

Nel 1486 fu chiamato al servizio della lega formatasi tra il re di Napoli, Lorenzo de Medici, Ludovico il Moro ed altri congiura dei Baroni. Nello stesso anno Boccolino iniziò la presa di Osimo, dopo la strage in municipio del 2 aprile. Fortificò la città ne scacciò i suoi oppositori, poi, temendo larrivo dei pontifici, entrò in trattative segrete con Bajazet II, sultano dei Turchi. Lanno seguente arrivarono molte truppe e, il 27 maggio, anche Gian Giacomo Trivulzio. Dopo alcuni episodi, Boccolino si arrese ed il 2 agosto lasciò la città per Firenze, dove restò un paio di anni, per porsi poi a servizio di Ludovico il Moro, nellimpresa di Savona. Nel giugno 1494, rovinatisi i rapporti con lui, fu impiccato in" la piazza de Milano”.