Топ-100
Indietro

ⓘ Settimio Pagnini. Alpino e membro della resistenza, è stato anche tra i padri della pallacanestro nella sua città. Ha guidato la Nazionale femminile nel biennio ..




Settimio Pagnini
                                     

ⓘ Settimio Pagnini

Alpino e membro della resistenza, è stato anche tra i padri della pallacanestro nella sua città.

Ha guidato la Nazionale femminile nel biennio 1973-1974, che aveva come capitana Mabel Bocchi, diventata poi la prima conduttrice di un programma sportivo in televisione, riuscendo a centrare la medaglia di bronzo agli Europei 1974 di Cagliari. In seguito è stato il vice di Cacco Benvenuti ai Mondiali 1975, sfiorando poi la qualificazione alle Olimpiadi di Montreal del 1976, ed è poi rimasto nello staff tecnico delle Nazionali giovanili fino al 2000. Numerosi i riconoscimenti ricevuti: fra i più importanti la Stella dOro al Merito Sportivo del CONI 1995 e il riconoscimento della F.I.P. All Star Game 2006 Torino, con motivazione: "Per la sua opera in favore dello sviluppo e limmagine della pallacanestro italiana in Italia ed allestero e della categoria, decano degli allenatori tra laltro ancora in attività". Diffatti Pagnini tuttora è dedito ai giovani della società da lui fondata, Scuola Basket Team 98 Savona, collezionando risultati lusinghieri finali nazionali di Treviso del 3 v 3 nel 2003 e nel 2004. Ha inoltre ottenuto il Premio "Reverberi", intitolato ad uno dei massimi arbitri di basket.

                                     

1. Biografia

Giovinezza

A 15 anni scopre il basket, ma lo sport lha sempre avuto nel sangue: infatti, si dedica anche allatletica leggera, nella squadra che diventa Campione dItalia di serie B, oltre al nuoto e alla pallanuoto, di cui è allenatore e cofondatore dellAmatori Nuoto di Savona nel Dopoguerra. Pratica anche il calcio, la canoa, la pallavolo e il rugby nelle "Ludi Juveniles", gli odierni Giochi Sportivi Studenteschi, che frequenta per evitare le adunate fasciste. Studia allIstituto "Tortelli" di Genova, dove è rimandato in ginnastica, per non aver partecipato ad un saggio ginnico ed essere andato a suonare la tromba nella "Banda dei Marinaretti". Vita

La guerra

Allo scoppio della guerra, Pagnini è Guglielmo Olivero mette in risalto la figura di questo grande uomo.