Топ-100
Indietro

ⓘ Alfredo Santino Lutri è stato un militare italiano e bersagliere, insignito della Medaglia doro al valor militare per un gesto eroico compiuto durante la second ..




                                     

ⓘ Alfredo Santino Lutri

Alfredo Santino Lutri è stato un militare italiano e bersagliere, insignito della Medaglia doro al valor militare per un gesto eroico compiuto durante la seconda guerra mondiale.

                                     

1. La vita

Alfredo Lutri nacque a Trebisacce, in provincia di Cosenza, nel 1918, da Antonio Lutri e Maria Giuseppa Costa, terzogenito di cinque figli. Frequentò le scuole a Trebisacce. Da ragazzo era appassionato di musica e di moto.

Nel 1939 fu chiamato alle armi. Fu arruolato presso l11º Reggimento bersaglieri Gradisca dIsonzo. Durante la Seconda guerra mondiale, nel 1941 fu inserito nel CSIR, Corpo di Spedizione Italiano in Russia, quando lItalia, con le divisioni Pasubio, Torino e Celere, partecipò a fianco dellalleata Germania allOperazione Barbarossa. Durante la guerra in Russia, al giovane bersagliere Alfredo Santino Lutri, venne affidata la famosa Moto Guzzi, con la quale i militari svolgevano funzioni di perlustrazione del territorio.

                                     

2. Il sacrificio

In data 11 agosto 1941, nel territorio di Pokrowskoje Russia, nel corso di una ricognizione della pattuglia di motociclisti, avvenne un conflitto a fuoco tra i militari italiani e quelli russi. Mentre guidava la sua amata moto Guzzi, biposto, fu ferito mortalmente insieme al suo concittadino e compagno di sella, Germano Narduzzi. Il Bersagliere Lutri reagì eroicamente. Benché sanguinante e coi proiettili in petto, Lutri riuscì a portare in salvo il suo compagno e ad allertare tutta la Compagnia sul pericolo incombente per la presenza di militari russi, in agguato. Con straordinario senso di generosità e umanità, indicò ai medici le ferite del compagno e supplicò di curare prioritariamente il proprio commilitone. Dopo qualche minuto, però, spirò. Aveva 23 anni.

Le sue spoglie riposarono per 60 anni in Ucraina, nel cimitero campale di Pervormajsk, vicino al luogo dove perse la vita. Gesto militare e atto di altruismo furono i motivi alla base dellonorificenza e della decisione di assegnargli la medaglia d’oro al valore militare.

Le sue spoglie tornarono a Trebisacce il 6 febbraio 2001, dopo 60 anni.

                                     

3. Memoria

Le autorità comunali di Trebisacce hanno intitolato ad Alfredo Lutri il corso principale della città e il campo sportivo lungomare est.

Dal 2001 la memoria è stata tenuta viva grazie alle ricerche darchivio e alle attività culturali proposte dal Prof. De Vita e dal suo gruppo di lavoro. Importante il suo testo storico-letterario e lo spettacolo teatrale, dal titolo Alfredo Lutri. Storia di un giovane eroe. regia di Giuseppe Franco, messo in scena il 29 maggio 2003, a Trebisacce, dai giovani dellAssociazione culturale e Compagnia Teatrale LAlbero della Memoria e dagli alunni IPSIA di Trebisacce.

Il 4 novembre 2011 è stato inaugurato il monumento e la villa comunale alla memoria delleroe trebisaccese.