Топ-100
Indietro

ⓘ Nunazione. La nunazione è una caratteristica grammaticale di alcune lingue semitiche, in particolare della lingua araba, che consiste nellaggiunta di una n a fi ..




Nunazione
                                     

ⓘ Nunazione

La nunazione è una caratteristica grammaticale di alcune lingue semitiche, in particolare della lingua araba, che consiste nellaggiunta di una n a fine parola con valore morfologico.

                                     

1. La nunazione nella lingua araba

Nella lingua araba classica la determinazione dei sostantivi e degli aggettivi al singolare è data, oltre che dalla presenza dellarticolo al- o dallannessione genitivale, anche dalluso delle desinenze di caso -u, -a ed -i. Viceversa, lindeterminazione, è marcata non solo dallassenza dellarticolo ma anche dallaggiunta di una nasale finale n, per cui si avranno le desinenze -un, -an e -in:

al-bāb u "la porta"; bāb un "una porta" li l-malik i "al re"; li malik in "a un re"

Le desinenze sono qui riportate in apice perché nella lingua araba odierna non vengono pronunciate.

Al duale e al plurale "sano" dei nomi maschili, la nunazione presenza di una desinenza -ni o -na contraddistingue lo stato "libero", in contrapposizione allo "stato costrutto", privo di tale desinenza:

al-bābāni "le due porte", ma bābā l-bayt i "le due porte della casa" al-muslimūna "i musulmani", ma muslimū l-qaryat "i musulmani del villaggio"

Al di fuori del nome, la nunazione caratterizza anche un modo verbale, il cosiddetto "energico", che aggiunge alla vocale -a finale del congiuntivo vuoi una semplice -n energico "leggero", vuoi una desinenza -nna energico "pesante".

                                     

2. Etimologia

Il termine "nunazione" deriva da nūn, nome arabo della consonante ﻥ equivalente alla nostra /n/. In lingua araba, la nunazione è invece detta tanwīn تنوين.

Contrariamente a quanto il nome possa far credere, la nunazione non è mai resa graficamente con la consonante nūn, bensì con un raddoppiamento dei segni delle vocali brevi. Così, la nunazione della fatha la vocale a, resa graficamente con una linea obliqua al di sopra della lettera si ottiene scrivendo due linee oblique parallele ـً al di sopra della stessa.

                                     

3. Paralleli semitici

La nunazione è la manifestazione di un fenomeno più generale che si ritrova in gran parte delle lingue semitiche, vale a dire laggiunta di una nasale in fine di parola, con diversi valori morfologici. Vi sono lingue per le quali questa nasale è una n, e per esse si parla di nunazione, mentre altre presentano invece una m, e in questo caso si parla di mimazione. In accadico lalternanza di nomi con e senza -m finale era spesso casuale, e nelle fasi più antiche sembra che la mimazione conferisse un valore di determinatezza a quellepoca non era ancora nato larticolo determinativo. La mimazione si ritrova anche nel plurale dei nomi in ebraico, mentre laramaico formava i plurali con la nunazione.

                                     
  • nella Cabala, viene spiegato in alcuni testi sacri ebraici cfr Bezalel Nunazione Manna Bibbia Mem lettera Altri progetti Wikizionario Wikimedia Commons
  • le parole definite e da fatha nunazione - an per quelle indefinite. Nell accusativo indefinito alla fatha nunazione si aggiunge una alif, ـ ا, che
  • frequenti nelle lingue semitiche, dove sono noti col nome di mimazione e di nunazione In fonetica acustica, cioè considerando le nasali da un punto di vista
  • vengono scritti raddoppiati per indicare la presenza della cosiddetta nunazione tipica dei sostantivi indeterminati. I nomi delle lettere arabe derivano
  • al - jamīlu Il fenomeno del raddoppiamento vocalico a fine parola si chiama nunazione La alif dell articolo è wasla, ossia si elide a contatto con un altra
  • avverbiale an dell arabo classico, che originariamente era una forma di nunazione perdita della IV forma del verbo, quella causativa. la II forma talvolta