Топ-100
Indietro

ⓘ London Film-Makers Co-op. La London Film-Makers Co-op, conosciuta anche con la sigla LFMC, fu un laboratorio di produzione e distribuzione di cinema sperimental ..




                                     

ⓘ London Film-Makers Co-op

La London Film-Makers Co-op, conosciuta anche con la sigla LFMC, fu un laboratorio di produzione e distribuzione di cinema sperimentale di Londra fondato nel 1966. Nel 1999 si fuse con la London Video Arts per costituire la LUX.

                                     

1. Storia della cooperativa

La London Film-Makers Co-op, fondata da Stephen Dwoskin e Bob Cobbing ispirandosi alla newyorkese Film-Makers Cooperative di Jonas Mekas, iniziò la sua attività di proiezioni cinematografiche presso la libreria londinese Better Books, allora partecipe dei movimenti controculturali degli anni 60, prima di spostare le proprie attività presso lArts Lab al 182 di Drury Lane, ad est di Covent Garden, dove divideva gli uffici con la BIT, servizio di informazioni, editore e contro sociale gestito da John "Hoppy" Hopkins, allinterno del Institute for Research in Art and Technology. Nel 1971, con lo scadere del contratto daffitto della IRAT, la Co-op si trasferì per un periodo in uno squat situato in una ex latteria al 13a Prince of Wales Crescent a Kentish Town, per poi spostarsi, dopo qualche anno, nella Gloucester Avenue a Camden, dividendo ledificio per molti anni con la London Musicians Collective. Nel 1997, la London Film-Makers Co-op viene trasferita, assieme alla London Video Arts al nuovo Lux centre, ad Hoxton Square, per poi fondere le due associazioni nellattuale LUX.

A differenza della New York Film-Makers Cooperative, la London Film-Makers Co-op era organizzata come una cooperativa egualitaria basata sul worksharing, che assisteva sia la fase produttiva che quella distributiva.

Fu Carla Liss ad aprire un canale fra le due cooperative, trasformando così la London Film-Makers Co-op in un archivio distributivo.

Fra gli autori associati al gruppo vi furono fra gli altri Malcolm Le Grice, Peter Gidal, Michael "Atters" Attree, Annabel Nicolson, Lis Rhodes, Gill Eatherley, Roger Hammond, David Crosswaite e William Raban, che amministrò la cooperativa tra il 1972 ed il 1976.

Molti dei film prodotti fra la fine degli anni 60 e gli anni 70 appartenevano alla corrente del Cinema strutturale ed allevoluzione inglese di tale tendenza, che prese il nome di cinema strutturale-materialista.

                                     
  • d America che in altre parti del mondo, come la London Film - Makers Co - op in Inghilterra, la New Brunswick Film - Makers Cooperative in Canada, la ABCinema in Danimarca
  • altre strutture simili nel mondo come la Film - Makers Cooperative di New York o la London Film - Makers Co - op Già nei primi anni 60, si era risvegliata
  • anno Wolf Donner. L Orso d oro è stato assegnato al film tedesco David di Peter Lilienthal. Il film di apertura è stato Il matrimonio di Maria Braun di
  • Film Awards Nomination Miglior attrice a Joan Allen Emden International Film Festival Nomination Emden Film Award a Sally Potter Yes - Film Makers
  • College IRC13 At The Industrial Training College IRC14 At the London Film - Makers Co - op IRC15 At the Crypt Club IRC16 At Centro Iberico IRC17 At
  • Jacob Kastrenakes e Nilay Patel, Google will start charging Android device makers a fee for using its apps in Europe, in The Verge, 16 ottobre 2018. URL consultato