Топ-100
Indietro

ⓘ 37 mm M1930. Il cannone anticarro M1930 o 1-K era un cannone controcarro sovietico da 37 mm, usato dallArmata rossa nelle prime fasi della seconda guerra mondia ..




37 mm M1930
                                     

ⓘ 37 mm M1930

Il cannone anticarro M1930 o 1-K era un cannone controcarro sovietico da 37 mm, usato dallArmata rossa nelle prime fasi della seconda guerra mondiale.

                                     

1.1. Storia Sviluppo

LUnione sovietica iniziò in ritardo lo sviluppo di armi controcarro, a partire dal 1920. Gli studi russi tuttavia non progredivano per mancanza di esperienza in questo specifico settore. LURSS decise quindi di ricorrere allassistenza tecnica estera per modernizzare il suo arsenale.

La Germania poteva offrire questa assistenza, avendo introdotto in servizio il suo primo cannone anticarro da 3.7 cm PaK 18 addirittura prima della fine della Grande Guerra. In seguito, anche se il trattato di Versailles proibiva ai tedeschi di possedere tali armi, Rheinmetall ne proseguì segretamente lo sviluppo e nel 1926 presentò il prototipo del 3.7 cm PaK 26.

Nel 1929, Rheinmetall creò una società di comodo, la Butast, per i contatti con lURSS. In conformità con la decisione del Sovnarkom dell8 agosto 1930, il 28 agosto a Berlino fu firmato un accordo segreto. Tedeschi si impegnarono a sostenere lURSS nello sviluppo di sei sistemi di artiglieria:

  • cannone anticarro da 37 mm
  • cannone antiaereo automatico da 37 mm
  • cannone antiaereo automatico da 20 mm
  • cannone antiaereo da 76 mm
  • obice da 152 mm
  • mortaio da 152 mm

La Rheinmetall fornì gli esemplari di pre-produzione, la documentazione le componenti per assemblare in Russia tutti questi tipi di artiglierie. Le armi in questione erano moderne e molti degli stessi progetti furono poi adottati dalla Wehrmacht nella seconda guerra mondiale. LUnione sovietica adottò queste armi, ma anche con laiuto tedesco lindustria nazionale non era ancora pronta per la produzione di massa di alcuni modelli, ad esempio quelli automatici antiaerei.

Tra gli altri pezzi, Rheinmetall fornì allURSS 12 cannoni anticarro da 37 mm, che altro non erano che una variante precoce del 3.7 cm PaK 36, il cannone anticarro più diffuso nella Wehrmacht fino al 1942. I russi designarono larma cannone anticarro da 37 mm modello 1930.

                                     

1.2. Storia Produzione

Il cannone fu prodotto presso lImpianto Nº 8 "Kalinin", dove ricevette la denominazione di fabbrica 1-K. Il tasso di produzione era basso in quanto comprendeva operazioni artigianali. Nel 1931 limpianto aveva costruito 255 pezzi, ma nessuno di questi superò i controlli di qualità. Lanno successivo furono accettati 404 pezzi e nel 1933 105. A questo punto la produzione venne interrotta a causa delladozione del più potente 45 mm M1932 19-K.

Il 1-K fu anche la base per lo sviluppo del 37 mm B-3 5-K per carri, che costituì larmamento principale del carro armato leggero BT-2.

                                     

1.3. Storia Servizio

Il 1-K fu la prima arma anticarro dellArmata rossa e come tale fu attivamente utilizzato per la formazione e laddestramento delle prime unità anticarro. Il 1º gennaio 1936 lArmata rossa schierava 506 pezzi, dei quali 422 pienamente operativi, 53 in riparazione, 28 assegnati alle unità addestrative e 3 fuori uso. Quando lArmata ricevette un numero adeguato dei più potente 45 mm M1932, il 1-K fu relegato ai reparti addestrativi ed ai depositi.

Tuttavia, con linizio dellinvazione tedesca, i pezzi in deposito furono rapidamente inviati al fronte. Non si hanno notizie precise sullimpiego in guerra dellarma, ma essa era sicuramente in servizio con l8º Corpo darmata meccanizzato. A quanto pare la maggior parte di queste armi fu persa in combattimento nelle fasi iniziali dellOperazione Barbarossa.

I pezzi catturati dai tedeschi furono ridenominati 3.7 cm PaK 158r. Gli affusti di questi cannoni vennero riutilizzati ed adattati ad una bocca da fuoco da 75 mm, realizzando il 7.5 cm IG 37.



                                     

2. Tecnica

Il 1-K delineava fedelmente il design del successivo 3.7 cm PaK 36, tanto che le munizioni erano intercambiabili. Sul modello russo mancavano alcuni miglioramenti apportati sul cannone tedesco: laffusto scudato russo, con code divaricabili munite di vomeri, era dotato di ruote in legno invece delle ruote in metallo stampato con sospensioni del cannone tedesco. La canna, lunga 45 calibri, era dotata di otturatore a cuneo orizzontale, freno di sparo idraulico e recuperatore a molla.