Топ-100
Indietro

ⓘ Johannes Jacobus Le Roux è stato un aviatore sudafricano, asso dellaviazione e pilota militare di grande esperienza della Royal Air Force partecipò alla seconda ..




Johannes Jacobus Le Roux
                                     

ⓘ Johannes Jacobus Le Roux

Johannes Jacobus Le Roux è stato un aviatore sudafricano, asso dellaviazione e pilota militare di grande esperienza della Royal Air Force partecipò alla seconda guerra mondiale, venendo decorato più volte per il valore dimostrato in combattimento. Durante le campagne a cui prese parte riportò 18 vittorie confermate.

                                     

1. Biografia

Nacque a Heidelberg, nella provincia di Gauteng, Transvaal, Sudafrica il 12 aprile 1920. Da giovane frequentò le scuole di Springs e di Durban, per poi lavorare come apprendista presso le Springs Mines, risparmiando il denaro per un viaggio nel Regno Unito. Assieme ad un amico fece domanda per entrare nella South African Air Force, ma essa venne respinta a causa del piccolo bilancio a disposizione della forza aerea. Entrambi i giovani si arruolarono nella Royal Air Force nel febbraio 1939. Dopo il completamento della formazione, fu inviato presso il No. 73 Squadron, dotato dei caccia Hawker Hurricane appartenente allA.A.S.F. Advanced Air Striking Force in Francia. Soprannominato dai compagni "Chris" entrò in azione quando i caccia dellA.A.S.F. dovettero coprire levacuazione del personale di terra della Royal Air Force, e delle tre rimanenti divisioni di fanteria britanniche. Verso la fine del mese di maggio 1940 rimase ferito, trascorrendo sei settimane in ospedale. Il No.73 Squadron fu ufficialmente ritirato dalla Francia il 17 giugno 1940. Durante il rientro verso lInghilterra una tragedia colpì tale reparto in quanto con laffondamento della HMS Lancastria, avvenuto al largo della costa di Saint Nazaire, perirono circa 40 persone appartenenti al suo personale a terra. Partecipò successivamente alle varie fasi della battaglia dInghilterra volando sugli Hurricane.

Rientrato in servizio divenne istruttore per poco tempo in una base vicino a Chester, e nel febbraio 1941 fu inviato alle No.91 Squadron, basato sulla RAF Hawkinge e equipaggiato con i caccia Supermarine Spitfire Mk.V. Nel mese di dicembre dopo essere stato decorato con la Distinguished Flying Cross, fu mandato per tre mesi, come istruttore, presso la No.55 OTU rimanendovi fino a marzo 1942, quando fu inviato a presso lindustria motoristica Rolls-Royce. Si riunì, in qualità di soprannumerario, al No. 91 Squadron "Nigeria" nel settembre dello stesso anno. Durante la permanenza presso il No.91 Squadron partecipò a ben 200 missioni, che comprendevano ricognizioni, mitragliamenti a bassa quota, scorta ai bombardieri, e attacchi contro aeroporti e installazioni nemiche.

Nel gennaio 1943 fu inviato al Nord Africa per unirsi al No.111 Squadron, assumendo il comando di questa unità il giorno 26, e guidandola in combattimento per il resto della campagna tunisina terminata il 30 aprile. Al termine della campagna divenne controllore della caccia, iniziando il terzo ciclo operativo nel luglio 1944 quando assunse il comando del No. 602 Squadron "City of Glasgow" in terra francese. Il 17 luglio, dopo aver abbattuto un caccia Messerschmitt Bf 109, iniziò a mitragliare una serie di obiettivi al suolo. Tra quelli colpiti vi era lauto personale, una Horch, del Feldmaresciallo Erwin Rommel comandante del Gruppo di Armate B della Wehrmacht, in Normandia. Il feldmaresciallo stava rientrando al suo Quartier generale di La Roche-Guyon dopo aver effettuato una visita al comando operativo del I SS-Panzerkorps. Secondo altre fonti in realtà lattacco sarebbe stato eseguito dagli altri due piloti del No. 602 Squadron, laspirante ufficiale Jacques Remlinger e il Flying Officer Bruce John Oliver

Nei pressi di Sainte-Foy-de-Montgommery la vettura fu colpita dal fuoco dei cannoncini del suo aereo, e seppur ferito gravemente, lautista riuscì a mantenere parzialmente il controllo andando ad urtare contro il tronco di un albero, sul lato opposto della strada. Rommel riportò la frattura del cranio e alcune altre ferite, perdendo i sensi, ma sopravvisse. Il 19 settembre Le Roux decollò dal campo di aviazione in Normandia per recarsi in Gran Bretagna. A causa del maltempo imperante, non riuscì a raggiungere la destinazione e fu dato per disperso. Il suo aereo cadde vicino al promontorio di Selsey Bill, nel West Sussex. Lasciava una moglie inglese e due figli, residenti in quel momento nello Shropshire.

A quella data il suo palmarès vantava 18 vittorie certe, 2 probabili e 8 aerei danneggiati. Johannes Jacobus "Chris" Le Roux è ricordato sul Pannello 200 del Runnymede Memorial.