Топ-100
Indietro

ⓘ Géza Lukachich von Somorja è stato un generale austro-ungarico, distintosi durante la prima guerra mondiale combattendo dapprima sul fronte serbo e poi su quell ..




                                     

ⓘ Géza Lukachich von Somorja

Géza Lukachich von Somorja è stato un generale austro-ungarico, distintosi durante la prima guerra mondiale combattendo dapprima sul fronte serbo e poi su quello italiano. Distintosi sul fronte dellIsonzo come comandante di Brigata, e poi di Divisione, operò con successo nel settore del Monte San Gabriele, raggiungendo successivamente il grado di Feldmarschallleutnant. Decorato con la Croce di Cavaliere dellOrdine militare di Maria Teresa.

                                     

1. Biografia

Nacque a Kassa, Ungheria, il 29 marzo 1865 da una famiglia di origine croata. Frequentò la Scuola Cadetti di Temešvár brevettandosi nel 1883, per essere assegnato al 62º Reggimento di fanteria dellImperial regio Esercito austro-ungarico. La sua carriera si svolse di reggimento in reggimento, servendo brevemente presso lo Stato Maggiore e diventando docente allAccademia Militare di Wiener Neustadt. Lavorò anche come Capo dipartimento presso il Ministero della Honvéd e Capo di stato maggiore del 1º Distretto Militare di Budapest, venendo promosso oberst il 20 luglio 1911. Nel dicembre dello stesso anno assunse il comando del 38º Reggimento di fanteria "Alfonso XIII Re di Spagna" di stanza presso la capitale ungherese.

Lo scoppio della prima guerra mondiale, nellagosto 1914, lo trovò ancora comandante del 38º Reggimento, ma il 1º settembre dello stesso anno assunse il comando della 1ª Brigata da montagna, succedendo al generale Guido Novak von Arienti. Al comando di tale unità si distinse durante la campagna di Serbia, in particolare a Jagodnja mese di settembre e Brajkovici mese di novembre venendo insignito, per queste azioni, del titolo di Cavaliere dellOrdine militare di Maria Teresa. Il 10 marzo 1915 venne promosso al grado di generalmajor. Dopo lentrata in guerra dellRegno dItalia, il 24 maggio 1915, operò sul fronte giulio, combattendo nelle prime sette battaglie dellIsonzo Monte San Michele dove esiste una caverna che ne porta il suo nome. A partire dalla metà del 1916 assunse il comando della 20ª Divisione della Honvéd operante sul fronte orientale, sostituendo il generale Paul Edler von Nagy. Dopo nove mesi settembre 1916-agosto 1917 passati a combattere contro i russi ritornò sul fronte dellIsonzo, dove operò con successo nel settore del Monte San Gabriele contro gli assalti delle truppe italiane. Partecipò alloffensiva che portò alla rotta di Caporetto, ma nel febbraio 1918 cedette il comando dellunità al generale Viktor von Mouillard, per assumere il comando delle guarnigioni militari di sicurezza presenti sul territorio dellUngheria, della Croazia e della Slavonia. Il 9 marzo dello stesso anno fu promosso al rango di feldmarschallleutnant, e nel corso di quellanno fu elevato al titolo di barone Freiherr, aggiungendo al suo cognome il predicato nobiliare von Somorja. Nellottobre 1918 fu nominato comandante militare della guarnigione di Budapest, e passò gli ultimi mesi di guerra cercando di mantenere il controllo delle truppe, fortemente infiltrate dalla propaganda comunista contraria al proseguimento del conflitto. Il 1º novembre nel paese scoppiò la rivoluzione comunista guidata da Béla Kun. Egli informò lArciduca Giuseppe Augusto dAsburgo-Lorena, massima autorità civile e militare presente nel paese, che era impossibile inviare le truppe al suo comando per le strade a reprimere i moti rivoluzionari, in quanto erano assolutamente inaffidabili. La proclamazione ufficiale della Repubblica Democratica di Ungheria avvenne il 16 novembre, ne divenne presidente Mihály Károlyi.

Si spense a Budapest il 25 dicembre 1943.