Топ-100
Indietro

ⓘ Dissimilazione. La dissimilazione è un fenomeno che si verifica quando un segmento fonologico si modifica per differenziarsi dal suo contesto fonologico. Il fen ..




                                     

ⓘ Dissimilazione

La dissimilazione è un fenomeno che si verifica quando un segmento fonologico si modifica per differenziarsi dal suo contesto fonologico. Il fenomeno esattamente opposto è lassimilazione.

                                     

1. Esempi

Il suffisso latino -alis, aggiunto a morfemi con una, diventa -aris oralis vs. singularis. Lo stesso fenomeno si trasferisce in inglese, per i suffissi -al e -ar cultural vs. spectacular, e in italiano pettorale vs. polare e nella maggioranza delle lingue romanze.

In diacronia abbiamo esempi di dissimilazione nellevoluzione delle lingue romanze dal latino, ad esempio la parola per albero:

  • lat. ARBOREM > it. albero
la prima vibrante R si è dissimilata dalla seconda diventando una laterale L
  • lat. ARBOREM > sp. árbol
in questo caso la dissimilazione ha interessato la seconda vibrante
  • lat. ARBOREM > por. árvore
non è avvenuta nessuna dissimilazione
  • lat. ARBOREM > fr. arbre
non è avvenuta nessuna dissimilazione
  • lat. ARBOREM > rum. arbor
non è avvenuta nessuna dissimilazione

Un classico esempio di dissimilazione è la legge di Grassmann.

Un esempio di dissimilazione in italiano è relativo alluso impersonale di un verbo pronominale: * si pettina → ci si pettina. Poiché il si impersonale e il si riflessivo risultano adiacenti, il primo prende la forma ci un allomorfo.

                                     
  • interagiscono non sono adiacenti. Il fenomeno esattamente opposto è la dissimilazione Un esempio di assimilazione totale regressiva può essere in italiano
  • La legge di Grassmann è una legge fonetica nota come dissimilazione dell aspirata iniziale e definita per la prima volta nel 1863 dal linguista Hermann
  • fenomeni fonetici. Per esempio, in tuareg è frequente un fenomeno di dissimilazione che colpisce la consonante m quando è formante di prefissi nominali
  • garzantilinguistica.it. Assimilazione linguistica Metatesi linguistica Dissimilazione Arpanet.org - Il mutamento linguistico, su arpanet.org archiviato dall url
  • ovina Tradizionalmente si fa risalire nappa da mappa a causa di una dissimilazione della serie m...p in n...p. Ci sono tuttavia altre ipotesi, come quella
  • da castrum castello con la s mutata in r per un fenomeno di dissimilazione Buona prova di questa ipotesi è l esistenza della frazione Castello
  • raddoppiata Mariamme successivamente la seconda m divenne n per dissimilazione Mariamne Le donne che ebbero questo nome all interno della dinastia
  • di nuove, attraverso la scomparsa di una sillaba per un processo di dissimilazione che avviene tra due sillabe identiche, contigue nella sequenza sintagmatica
  • maiolica da cui la parola potrebbe essere derivata attraverso la dissimilazione della r in n e un fenomeno di rotacismo. In alcune zone del ponente
  • gran parte delle lingue romanze rispetto al latino. Si tratta di una dissimilazione precisamente di una dittongazione, cioè della nascita di dittonghi
  • viene interrotta. La differenziazione di suoni non contigui si chiama dissimilazione Esempio di differenziazione: la dittongazione romanza di - e e - o toniche
  • importanti che interessano i suoni consonantici sono: assimilazione, dissimilazione eliminazione sincope, epentesi, metatesi, paragoge. I mutamenti fonetici