Топ-100
Indietro

ⓘ Gianlino Baschirotto è stato un aviatore italiano. Pilota di grande esperienza della Regia Aeronautica, fu lunico aviatore italiano a potersi fregiare due volte ..




Gianlino Baschirotto
                                     

ⓘ Gianlino Baschirotto

Gianlino Baschirotto è stato un aviatore italiano. Pilota di grande esperienza della Regia Aeronautica, fu lunico aviatore italiano a potersi fregiare due volte del titolo di asso dellaviazione, conquistati durante la Guerra civile spagnola e nel secondo conflitto mondiale.

                                     

1. Biografia

Nacque a Montagnana il 15 agosto 1914, attratto dal mondo dellaviazione fin da giovane conseguì la licenza di pilota presso il locale aeroclub di Campoformido. Si arruolò volontario nella Regia Aeronautica, frequentando il Corso Sottufficiali. Nel 1935 conseguì il brevetto di pilota militare sullaeroporto di Aviano, venendo assegnato successivamente all88ª Squadriglia, 6º Gruppo, del 1º Stormo Caccia Terrestre basato sullaeroporto di Campoformido. Nei primi mesi del 1936 operò brevemente in seno alla 15ª Squadriglia da bombardamento Caproni del neocostituito 6º Stormo, ritornando quindi al suo reparto di origine. Nellagosto 1936 partì volontario per la guerra di Spagna, partecipando a numerose missioni belliche volando a bordo dei caccia Fiat C.R.32. Inquadrato nella 2ª Squadriglia del XVI Gruppo Caccia" La Cucaracha” dellAviazione Legionaria basata sullaeroporto di Tablada, operò a fianco di celebri piloti tra cui il sottotenente Adriano Mantelli, il sottotenente Giuseppe Cenni e il sergente Bruno di Montegnacco.

Usando il nome di copertura "Eduardo Giri", conseguì labbattimento di 5 aerei, a cui vanno aggiunti altre 6 vittorie ottenute in collaborazione con altri piloti. Per il coraggio dimostrato in terra iberica venne insignito di due Medaglie dargento al valor militare e una Medaglia di bronzo al valor militare, ottenendo nel 1938, al suo rientro in Italia, la promozione a Sergente maggiore in servizio permanente effettivo per merito di guerra. Durante la seconda guerra mondiale combatté nei cieli di Malta, del Mediterraneo centrale e dellAfrica settentrionale dove riceve la promozione a Maresciallo. Il 25 maggio 1942 ormai Maresciallo pilota, volando a bordo di un caccia Aermacchi C.202 Folgore, abbatte due caccia inglesi Curtiss P-40 Tomahawk nella stessa missione, venendo decorato con la Croce di Ferro di II classe direttamente dalle mani del Feldmaresciallo tedesco Erwin Rommel a Martuba. Il 10 giugno conseguì una nuova "doppietta" abbattendo due caccia Hawker Hurricane nello stesso giorno. Dopo la battaglia di el Alamein, dal dicembre 1942 eseguì da Pantelleria e poi da Decimomannu, estenuanti missioni di scorta al traffico aereo per la Tunisia e di scorta agli aerosiluranti sullAlgeria, volando a bordo del nuovissimo caccia Aermachi C.205 Veltro. Alla data dellarmistizio dell8 settembre 1943 vantava ulteriori 6 aerei abbattuti in 292 missioni, oltre a 3 vittorie in collaborazione, decorato con altre due Medaglie dargento al valor militare ottenute" sul Campo”.

Nel 1947, dopo la lunga pausa seguita alla dichiarazione dellarmistizio, venne richiamato in servizio nellAeronautica Militare Italiana preso il 1º Stormo basato sempre a Campoformido. Promosso al grado di Sottotenente per meriti di guerra, fu tra i primi piloti della neonata formazione acrobatica, creata poco dopo la fine della guerra, equipaggiata con il caccia Supermarine Spitfire Mk.IX. Rimase in servizio nellAeronautica Militare fino al 1970, avendo modo di pilotare anche velivoli a reazione come i cacciabombardieri De Havilland Vampire, Republic F-84G Thunderjet e Republic F-84F Thunderstreak di produzione statunitense. Si ritirò dal servizio col il grado di Colonnello, spegnendosi a Vicenza nel 1986. Secondo la sua volontà venne sepolto nel cimitero della sua città natale, dove gli è stata intitolata la locale aviosuperficie, inaugurata nel 1999.

                                     

2. Vittorie

Durante la Guerra civile spagnole e il secondo conflitto mondiale il Maresciallo Gianlino Baschirotto ottenne complessivamente 11 vittorie confermate, e 9 in compartecipazione.