Топ-100
Indietro

ⓘ Jole De Cillia è stata una partigiana italiana con il nome di battaglia Paola, insignita di medaglia dargento al Valor Militare alla memoria. ..




                                     

ⓘ Jole De Cillia

Jole De Cillia è stata una partigiana italiana con il nome di battaglia Paola, insignita di medaglia dargento al Valor Militare alla memoria.

                                     

1. Biografia

Jole De Cillia nacque nel 1921 ad Ampezzo in una famiglia operaia; per motivi di lavoro la sua famiglia emigrò nel 1924 in Francia dove la ragazza frequentò tutte le scuole fino a diplomarsi come infermiera. Lo scoppio della seconda guerra mondiale costrinse i De Cillia a rientrare in Italia ove Jole trovò lavoro come infermiera presso lospedale di Udine dove, nel 1942, conobbe la partigiana Fidalma Garosi detta Gianna che con laiuto di un gruppo antifascista, era impegnata a sottrarre medicinali dallospedale per aiutare la resistenza slovena. Dopo aver collaborato con lamica, Jole decise di fornire maggior contributo alla lotta, unendosi a un gruppo di partigiani garibaldini che operavano nelle zone di montagna presso Canebola, frazione di Faedis. Inizialmente impegnata nellassistenza sanitaria dei feriti, Jole continuò ad operare come staffetta fino a quando, nel 1944, un membro dei GAP infiltratosi presso il comando tedesco di Udine, avvisò la ragazza e lamica Fidalma che le SS erano a conoscenza delle loro attività partigiane e che la migliore soluzione sarebbe stata quella di fuggire in montagna.

Jole continuò in clandestinità le attività di propaganda e di resistenza nel Gruppo Brigate Garibaldi comandato da Giannino Bosi detto Battisti con il quale la ragazza si era nel frattempo fidanzata. Giannino Bosi era stato ferito a un ginocchio e non riusciva a camminare bene e, quando a causa di una controffensiva il Gruppo partigiano fu incalzato dai tedeschi, si rifugiò nel paese di Palcoda nel frattempo abbandonato dagli abitanti. Battisti ordinò che Jole e i compagni lo lasciassero solo, affinché potessero arretrare in zone sicure, ma non fu obbedito. Quando il battaglione Valanga della X MAS li trovò, sia Jole che Giannino si difesero strenuamente fino a quando, vistisi oramai soverchiati dal nemico, si suicidarono entrambi morendo uno vicino allaltra allalba del 9 dicembre 1944.

Nel 1957 le fu conferita postuma la medaglia dargento al Valor Militare alla memoria.