Топ-100
Indietro

ⓘ Antonio Cieri. Durante la prima guerra mondiale ebbe il grado di ufficiale e fu più volte decorato. Militante del movimento anarchico di Ancona, in cui era impi ..




Antonio Cieri
                                     

ⓘ Antonio Cieri

Durante la prima guerra mondiale ebbe il grado di ufficiale e fu più volte decorato.

Militante del movimento anarchico di Ancona, in cui era impiegato presso le Ferrovie dello stato come disegnatore tecnico, nel 1921, a causa della sua attività politica, fu trasferito a Parma. Qui, durante i Fatti di Parma, nellagosto 1922 insieme a Guido Picelli - che dirigeva lintera formazione - fu comandante degli Arditi del Popolo a difesa del Naviglio, rione popolare di Parma, durante gli assalti degli squadristi fascisti di Italo Balbo, che aveva sostituito Roberto Farinacci, al comando degli squadristi, a causa dellinefficienza dimostrata, su ordine di Benito Mussolini.

Pino Cacucci ha scritto un libro Oltretorrente, che tratta approfonditamente la difesa, appunto, dei quartieri proletari di Parma.

Andò in esilio nel 1923 quando fu licenziato dalle Ferrovie. A Parigi nel 1925 riprese la sua attività di anarchico militante fondando il periodico Umanità Nova. Nel 1936, fa parte di quelli che partirono per formare sotto la direzione di Carlo Rosselli, Berneri e Angeloni la "Sezione Italiana della Colonna Ascaso" nella guerra civile spagnola.

Nella metà di aprile del 1937 la Colonna Italiana - comandata da Giuseppe Bifolchi tenta di espugnare il difficile sito di Carrascal di Huesca, in questi combattimenti muore Cieri. Il 13 aprile lattacco è portato dalla 29ª Divisione prima denominata Colonna Lenin del POUM fra i combattenti italiani ci sono Etrusco Benci, Pietro Fancelli, Mario Traverso, Giuseppe Fusero, Pasquale Fioravanti, Camillo Lanzilotta nome di battaglia Lancillotto o Nathan.

In particolare Cieri fu a capo della squadra dei" bomberos”, da lui appositamente addestrata per lassalto. Il 7 aprile 1937 cadde in combattimento durante lassalto per la presa di Huesca; la conquista della città non riuscì e lo ricorda anche George Orwell; esiste una poesia di John Conford, scritta in quella situazione. I figli di Antonio Cieri, Ubaldo e Renee, furono allevati da Giovanna Caleffi moglie di Camillo Berneri.

Nel 70° della guerra di Spagna è stata inaugurata e posta in opera una lapide a ricordo di Antonio Cieri a Borgo del Naviglio, Parma; la commemorazione è stata a cura di Massimo Ortalli in collaborazione con lArchivio Storico FAI di Imola.