Топ-100
Indietro

ⓘ Isola di Ustica. Ustica è unisola del Mar Tirreno posta a circa 67 km a nord-ovest di Palermo e a 95 km a ovest di Alicudi, ma non fa parte delle Isole Eolie; o ..




Isola di Ustica
                                     

ⓘ Isola di Ustica

Ustica è unisola del Mar Tirreno posta a circa 67 km a nord-ovest di Palermo e a 95 km a ovest di Alicudi, ma non fa parte delle Isole Eolie; occupa una superficie di circa 8.65 km 2 con una circonferenza di 12 km e misura 3.5 km di lunghezza e 2.5 km di larghezza.

Lisola ospita una delle 20 Riserve Naturali Marine presenti in Italia che la rende un vero paradiso per i sub. Sullisola vi è ubicata la stazione meteorologica di Ustica, ufficialmente riconosciuta dallOrganizzazione meteorologica mondiale.

Per collegare lisola a Palermo è presente un apposito servizio di traghetti mediante uso di moderni catamarani e aliscafi.

                                     

1. Geologia

Geologicamente lisola è di origine vulcanica: sono presenti infatti dei rilievi collinari che rappresentano le vestigia di antichi vulcani e dividono lisola in due versanti. Secondo linterpretazione del geologo Franco Foresta Martin:

L’isola rappresenta la parte terminale di un grande complesso vulcanico sommerso del diametro di circa 30 chilometri. I centri eruttivi principali erano il Monte Guardia dei Turchi e il Monte Costa del Fallo. Una delle ultime eruzioni ha formato il cono della Falconiera. Lattività del vulcano si è protratta per circa 600.000 anni nel Pleistocene circa 750.000-130.000 BP.

Al termine dellattività eruttiva lerosione ha modificato laspetto dellisola, mettendo alla luce sezioni geologiche di notevole interesse scientifico.

                                     

2. Storia

Gli antichi romani la chiamavano Ustica da ustum = bruciato mentre i greci, Osteodes, Οστεωδες ossia ossario, per i resti di mercenari che vi sarebbero morti per fame e sete. Da alcuni viene ritenuta la dimora della maga Circe, che trasformava gli incauti visitatori in maiali. Gli insediamenti umani risalgono al Paleolitico; alcuni scavi archeologici hanno portato alla luce i resti di un antico villaggio cristiano. Sepolture, cunicoli e una gran quantità di reperti archeologici ritrovati anche sottacqua, a causa dei tanti naufragi avvenuti nel tempo, testimoniano una presenza costante, nel luogo, di vari antichi popoli mediterranei, Fenici, Greci, Cartaginesi e Romani che vi lasciarono vestigia dappertutto. In seguito divenne base dei pirati saraceni e lo rimase per lunghissimo tempo.

Nel 1759 Ferdinando III di Sicilia impose una colonizzazione dell’isola; furono edificate due torri di guardia, cisterne per raccogliere lacqua piovana e case che costituirono il centro abitato principale presso la Cala Santa Maria: vi vennero coloni palermitani, trapanesi e delle isole vicine. Sotto i Borbone, lisola fu anche un luogo di confino per prigionieri politici e tale restò anche sotto casa Savoia. Al tempo del fascismo vi soggiornarono Antonio Gramsci e Ferruccio Parri. Nel 1961 il confino fu abolito a causa di proteste popolari e da allora incominciò a svilupparsi il turismo.

                                     

3. Ambiente

La caratteristica naturale più affascinante è la presenza di numerose grotte che si aprono lungo le coste alte e scoscese, così come numerosi scogli e secche presenti tuttintorno allisola; visitabili con unescursione in barca sono da menzionare la grotta Verde, grotta Azzurra, grotta della Pastizza, grotta dellOro, grotta delle Colonne e gli scogli del Medico e della Colombara. Però, scarseggiando nellisola le risorse idriche anche la vegetazione naturale è scarna. Ustica è anche nota per essere lhabitat naturale dell Apis mellifera sicula.

                                     

3.1. Ambiente Ambiente terrestre

La vegetazione naturale è piuttosto scarna, è stata comunque ampiamente stravolta dalla presenza delluomo e dalle sue coltivazioni. Tra le specie di flora più rappresentate troviamo macchia Artemisia arborea, Lentisco, Calicotome spinosa e Ginestra. Meno diffusa la presenza di piante da frutto come ulivi, mandorli e viti. È presente anche una diffusa steppa mediterranea. Ustica è anche nota per essere lhabitat naturale dellApis mellifera sicula. A Ustica si trova la riserva naturale orientata Isola di Ustica.

                                     

3.2. Ambiente Ambiente marino

È presente unarea marina protetta, lArea marina protetta Isola di Ustica, che fu la prima riserva marina protetta italiana istituita nel 1986, assieme a quella di Miramare. La flora e la fauna marina di Ustica assomigliano per alcuni versi a quella tropicale che la rendono meta ambita per gli appassionati di immersioni. Sono presenti coralli, rose di mare e una variopinta vegetazione. La fauna marina è composta principalmente da aragoste, cernie, dentici, ricciole, saraghi, orate, sgombri, barracuda, pesci pappagallo, pesci balestra e spugne.