Топ-100
Indietro

ⓘ Elezioni parlamentari in Iran del 2016. Le elezioni parlamentari in Iran del 2016 si sono svolte il 26 febbraio 2016, per eleggere i membri dellAssemblea Consul ..




Elezioni parlamentari in Iran del 2016
                                     

ⓘ Elezioni parlamentari in Iran del 2016

Le elezioni parlamentari in Iran del 2016 si sono svolte il 26 febbraio 2016, per eleggere i membri dellAssemblea Consultiva Islamica. Si è trattata della decima elezione elettorale della Repubblica Islamica e la trentacinquesima dalla Rivoluzione Costituzionale Persiana. Una seconda tornata elettorale avverrà il 29 aprile 2016 per eleggere i seggi rimanenti. La legislatura inizierà il 28 maggio e scadrà il 27 maggio 2020.

Le elezioni fanno parte della tornata elettorale che ha eletto anche i membri dellAssemblea degli Esperti. Questo è stata la prima volta che entrambi gli organi governativi sono stati eletti contemporaneamente.

Gli elettori iscritti sono stati 54.915.024 in Iran il diritto di voto matura al compimento dei 18 anni, mentre più di 12.000 persone si sono candidate, di cui 5.200 candidati, per lo più riformisti, sono stati esclusi dal Consiglio dei Guardiani della Costituzione e 612 si sono ritirati.

Il Consiglio dei Guardiani della Costituzione è lautorità incaricata di supervisionare le elezioni. Il Consiglio dei Guardiani interpreta il termine "supervisione" contenuto nellarticolo 99 della Costituzione iraniana come "supervisione di approvazione" in lingua persiana: نظارت استصوابی, il che implica il diritto di accettare o respingere la legalità delle elezioni e leleggibilità dei candidati. Tale interpretazione, tuttavia, è in contrasto con lidea di "supervisione nelle notifiche" in persiano: نظارت استطلاعی, la quale non implica il menzionato diritto di approvazione. La "supervisione probatoria" Persian: نظارت استنادی, che richiede prove per accettare o rifiutare la legalità dellelezione e la competenza del candidato, è unaltra interpretazione della allarticolo 99.

Durante il giorno dellelezione, gli osservatori del Consiglio dei Guardiani, gli ispettori del Ministero dellInterno e i rappresentanti dei candidati hanno partecipato alla supervisione delle operazioni.

                                     

1. Sistema elettorale

Dei 290 seggi dellAssemblea consultiva islamica, 285 sono assegnati direttamente ai membri eletti e 5 seggi sono riservati ai rappresentati degli Zoroastriani, Ebrei, Cristiani Assiri e Caldei, e Armeni un seggio agli armeni del nord e uno per gli armeni del sud.

I 285 membri vengono eletti nei 196 circoscrizioni elettorali dellIran, che possono eleggere uno o più membri. Nei collegi uninominali i candidati devono ricevere almeno un terzo dei voti al primo turno: se nessun candidato supera questa soglia, un secondo turno si svolge con i due candidati con più alto voto. Nei collegi plurinominali, gli elettori possono esprimere tanti voti quanti sono i seggi da eleggere: i candidati devono ricevere i voti da almeno un terzo degli elettori; se non tutti i seggi sono assegnati nel primo turno di votazione, un secondo turno si svolge con il doppio il numero dei candidati in quanto vi sono seggi da assegnare o tutti i candidati originali se ci sono meno del doppio del numero di posti a sedere.

Gli elettori devono essere cittadini iraniani di età compresa tra 18 anni, e non devono essere stati dichiarati malati di mente.

                                     

1.1. Sistema elettorale Requisiti dei candidati

Secondo la legge iraniana, per potersi candidare bisogna:

  • essere in buona salute e con unetà compresa tra 30 e 75 anni.
  • non avere una "cattiva reputazione"
  • essere un sostenitore della Repubblica islamica, giurando sulla fedeltà alla Costituzione
  • essere un mussulmano praticante a meno di non essere un candidato delle cinque minoranze religiose dellIran
  • possedere la cittadinanza iraniana
  • avere un diploma di scuola superiore se non candidati uscenti

Un candidato sarà rigettato se si trova ad essere compromesso mentalmente, sostiene lo Scià o partiti politici od organizzazioni dichiarate illegali o sospettate di attività anti-governativa, convertito ad altra religione o che ha in ogni caso ripudiato la fede islamica, è stato ritenuto colpevole di corruzione, tradimento, frode, corruzione, tossicodipendenza o traffico o colpevole di aver violato la legge della Sharia. Inoltre, i candidati devono essere alfabetizzati; i candidati non possono aver preso parte al governo precedente allanno1979, essere grandi proprietari terrieri, tossicodipendenti o avere opinioni contro lo Stato o apostasia. I ministri del governo, i membri del Consiglio dei Guardiani e del Consiglio Superiore della Magistratura non possono partecipare alle elezioni, così come il Capo della Corte di giustizia, il Capo della polizia, alcuni funzionari e leader religiosi e tutti i membri delle forze armate.

                                     

2. Risultati

Al primo turno delle elezioni, con un tasso di affluenza pari al 62 %, sono stati aggiudicati 217 seggi su 290 per un totale di 239 circoscrizioni; i risultati hanno visto laffermazione della "Coalizione Pervasiva dei "Riformisti" con 83 seggi, seguiti dalla "Grande Coalizione Principalista" di orientamento conservatore con 64 seggi, dai candidati indipendenti non affiliati a nessuna coalizione con 55 seggi; la "Coalizione della Voce del Popolo" orientamento conservatore-moderato ha ottenuto 10 seggi ed, infine, 5 sono stati riservati alle minoranze religiose.

Al secondo turno, con un tasso di affluenza pari al 59 %, sono stati aggiudicati i restanti 68 seggi; i risultati finali sono dunque i seguenti: