Топ-100
Indietro

ⓘ La valse, poème chorégraphique pour orchestre Op. 72, è una composizione scritta da Maurice Ravel tra febbraio 1919 e il 1920; fu eseguito per la prima volta il ..




La valse
                                     

ⓘ La valse

La valse, poème chorégraphique pour orchestre Op. 72, è una composizione scritta da Maurice Ravel tra febbraio 1919 e il 1920; fu eseguito per la prima volta il 12 dicembre 1920 a Parigi diretto da Camille Chevillard. Concepito come un balletto, ora viene eseguito più spesso come un brano da concerto.

                                     

1. Storia

Lopera è stata descritta come un tributo al valzer e il compositore George Benjamin, nella sua analisi di La valse, ha sintetizzato letica dellopera: "Se sia o meno stato concepito come una metafora della difficile situazione della civiltà europea allindomani della Grande Guerra, la sua struttura ad un movimento traccia la nascita, il decadimento e la rovina di un genere musicale: il valzer". Lo stesso Ravel, tuttavia, negò che fosse un riflesso dellEuropa post prima guerra mondiale, dicendo: "Mentre alcuni scoprono un tentativo di parodia, anzi di caricatura, altri vedono assolutamente in esso una tragica allusione, la fine del Secondo Impero, la situazione a Vienna dopo la guerra, ecc. Questa danza può sembrare tragica, come qualsiasi altra emozione. spinta allestremo, ma si dovrebbe solo vedere in essa ciò che la musica esprime: una progressione crescente di sonorità, a cui il palcoscenico aggiunge luce e movimento". Dichiarò anche, nel 1922, che "Non ha nulla a che fare con la situazione attuale a Vienna e non ha alcun significato simbolico al riguardo. Nel corso di La Valse, non immaginavo un danza della morte o una lotta tra la vita e la morte. ".

Nel suo tributo a Ravel, dopo la morte del compositore nel 1937, Paul Landormy descrisse lopera come "la più inaspettata delle composizioni di Ravel, che ci rivela prima dora inaspettati fondali di romanticismo, potere, vigore e rapimento in questo musicista la cui espressione è di solito limitata alle manifestazioni di un genio essenzialmente classico ".

                                     

2. Creazione e significato

Lidea di La Valse iniziò prima con il titolo Vienne, poi Wien rispettivamente francese e tedesco per "Vienna" già nel 1906, quando Ravel intendeva orchestrare un brano in omaggio alla forma del valzer, una sorta di apothéose de la valse apoteosi del valzer e a Johann Strauss II. Uninfluenza precedente di un altro compositore fu il valzer dellopera Le roi malgré lui di Emmanuel Chabrier. Nella produzione compositiva di Ravel, un precursore di La valse erano i Valses nobles et sentimentales del 1911, che contiene un motivo che Ravel riutilizzò nellopera successiva. Dopo il suo servizio nellesercito francese, Ravel tornò alla sua idea originale del poema sinfonico Wien. Ravel descrisse a Jean Marnold la sua attrazione per il ritmo del valzer come segue, mentre scriveva La valse:

Ravel rielaborò completamente la sua idea di Wien in quello che divenne La Valse, che avrebbe dovuto essere scritto su commissione di Sergej Djagilev come balletto, ma che non fu mai prodotto come balletto. Dopo aver ascoltato una riduzione per due pianoforti eseguita da Ravel e Marcelle Meyer, Diaghilev disse che si trattava di un "capolavoro", ma rifiutò il lavoro di Ravel come "non un balletto. È un progetto di balletto". Ravel, ferito dal commento, interruppe la relazione. Divenne in seguito un lavoro popolare per concerto e quando i due uomini si incontrarono di nuovo nel 1925, Ravel si rifiutò di stringere la mano di Diaghilev. Diaghilev sfidò Ravel a duello, ma gli amici convinsero Diaghilev a ritrattare. I due uomini non si incontrarono mai più. Il balletto fu presentato per la prima volta ad Anversa nellottobre del 1926 dal Royal Flemish Opera Ballet e in seguito vi furono produzioni del balletto di Ida Rubinštejn nel 1928 e nel 1931 con la coreografia di Bronislava Nižinskaja. La musica fu anche usata per balletti con lo stesso titolo di George Balanchine, che aveva ballato per Diaghilev, nel 1951 e da Frederick Ashton nel 1958.

Ravel descrisse La valse con la seguente prefazione alla partitura:

                                     

3. Descrizione

Linizio inizia tranquillamente la bruma, con il rombo dei contrabbassi con i violoncelli le arpe che poi si uniscono. Silenziosamente e gradualmente, gli strumenti suonano melodie frammentate, unendosi gradualmente in una melodia sommessa sui fagotti le viole. Alla fine le arpe segnalano linizio del culmine degli strumenti in una aggraziata melodia. Guidata dai violini, lorchestra esplode nel motivo principale di valzer dellopera.

Segue una serie di valzer, ognuno con il proprio carattere, alternando sequenze forti e morbide.

  • Il pezzo ricade in melodie precedenti, prima che inizi una melodia commovente e dolce nei violini. Il glissando è un tratto caratteristico. I delicati violini sono accompagnati da ondeggianti cromatici ornati nei violoncelli e dal glissando delle arpe. La melodia è ancora una volta ripetuta dai legni. Alla fine inizia a scatenarsi una sorta di momento culminante, quando viene improvvisamente interrotto da un dolce flauto.
  • Le variazioni di oboe, violini e flauti, lievi, leggermente timide ma comunque dolci ed eleganti.
  • Leruzione pesante dellottone e dei timpani inizia la successiva melodia vivace e pomposa. La melodia è cantata dai violini quando i piatti si urtano e gli ottoni squillano senza vergogna.
  • Successivamente i violini conducono una melodia tenera, accompagnata dal ronzio lussureggiante dei violoncelli e dei clarinetti. Scompare e torna ancora una volta alle dolci variazioni e agli stravaganti ottoni.
  • Fa il suo ingresso un episodio piuttosto agitato, con violini drammatici, accompagnato dai precoci ma apparentemente ribelli legni. Nacchere e pizzicato si aggiungono al carattere di un pezzo piuttosto irregolare. Finisce docilmente e goffamente nei fagotti.
  • Il flauto suona una melodia piuttosto giocosa, ripetitiva, accompagnata dal glockenspiel e dal triangolo. Nel mezzo i violini sembrano desiderare ardentemente, mentre le arpe suonano e bizzarramente squillano i corni. Ancora una volta, mentre si avvicina alla sua conclusione, cerca di aumentare fino al culmine, ma scende ancora una volta nella bruma iniziale.

Inizia quindi la seconda metà del pezzo. Ogni melodia della prima sezione viene reintrodotta, sebbene in modo diverso, nella seconda sezione. Ravel ha modificato ogni pezzo di motivo di valzer con modulazioni e strumentazioni inaspettate. Mentre il Valzer inizia a roteare e a girare inarrestabilmente, Ravel intende che noi vediamo quello che accade in questo valzer realmente piuttosto che simbolicamente.

Ancora una volta Ravel interrompe lo slancio. Inizia una sequenza macabra, che si trasforma gradualmente in una ripetizione sconcertante. Lorchestra raggiunge una coda come una danse macabre e il lavoro termina con la misura finale che è lunica della partitura non in tempo di valzer.



                                     

3.1. Descrizione Strumentazione

Il lavoro è scritto per:

  • 3 flauti 3° anche ottavino, 2 oboi, corno inglese, 2 clarinetti la, clarinetto basso la, 2 fagotti, controfagotto
  • 4 corni fa, 3 trombe do, 3 tromboni, tuba
  • 2 arpe, archi
  • timpani, grancassa, rullante, piatti, triangolo, tamburello, tam-tam, crotali, güiro, glockenspiel, nacchere
                                     

4. Trascrizioni

Oltre allarrangiamento per due pianoforti, che fu per la prima volta pubblicamente da Ravel e Alfredo Casella, Ravel trascrisse anche questopera per un solo pianoforte. La trascrizione per pianoforte solista viene eseguita raramente a causa della sua difficoltà. Lucien Garban ne fece una trascrizione per pianoforte a quattro mani nel 1920. Aveva precedentemente trascritto Le tombeau de Couperin di Ravel nel 1919, in modo simile. Il pianista Glenn Gould, che raramente suonava la musica di Ravel, ne fece un proprio arrangiamento nel 1975. Nel 2008 Andrey Kasparov produsse un edizione migliorata di La valse per pianoforte a quattro mani, con lo spartito originale di Ravel distribuito in modo più efficace tra gli interpreti. Sean Chen registrò il proprio arrangiamento sulletichetta Steinway & Sons nel 2014.

Nel 2005 fu trascritto per Symphonic Wind Ensemble da Don Patterson, per la United States Marine Band e fu registrato sullalbum Symphonic Dances, diretto da Michael J. Colburn.

                                     

5. Il balletto

Il co-fondatore e coreografo fondatore del New York City Ballet, George Balanchine creò un balletto su La valse nel 1951.

Anche Frederick Ashton creò un balletto basandosi su La Valse nel 1958 per The Royal Ballet. In particolare, alla premiere, Francis Poulenc si complimentò con Ashton per quella che pensava fosse la prima interpretazione riuscita delle vere intenzioni di Ravel per quella musica.

                                     
  • cercando l album, vedi La Valse à mille temps album La valse à mille temps è una canzone di Jacques Brel scritta nel 1959 e pubblicata la prima volta l 11
  • A che valse è una raccolta di quindici liriche di Andrea Zanzotto, scritte durante il periodo universitario, pubblicate a Milano nel 1970 dall editore
  • riempirlo in buona parte, non fare nulla non inserire template vuoti. La Valse à mille temps Italiano: Il valzer a mille tempi è il quarto album di
  • La Valse de monstres è il primo album del musicista minimalista francese Yann Tiersen. Mouvement introductif 2: 04 La Valse des monstres 3: 42 Frida
  • Tenera Valse .. è una scrittrice italiana, conosciuta solo con lo pseudonimo, non ha rivelato la sua identità. La regista Wilma Labate ha in preparazione
  • Cinephonie Valse brillante de Chopin è un cortometraggio del 1936 diretto da Max Ophüls. EN Cinephonie, su Internet Movie Database, IMDb.com.
  • Silber Oro e Argento valzer di Franz Lehár 1902 Valse triste di Jean Sibelius 1903 La Valse poema coreografico di Maurice Ravel 1919 - 20 Valzer
  • doppietta di Innocenti che gli valse alla fine dell undicesima giornata di ritorno, il primo posto in classifica cannonieri. Ciò valse infatti alla squadra, come
  • l assegnazione del titolo valse il torneo olimpico le edizioni del 1930 e 1931, quando per l assegnazione del titolo valse la posizione raggiunta nel campionato
  • thème varié la majeur 1898 Op. 90, Légende 1898 Op. 91, Valse 4 ré dièse mineur 1898 Op. 92, Deuxième arabesque 1898 Op. 93, Valse humoristique
  • laureò nel 1930: questo gli valse undici anni di lavoro come ingegnere presso le Acciaierie Lenin di Dnepropetrovsk, e la promozione a capo ingegnere