Топ-100
Indietro

ⓘ Houdini, software. Houdini è un programma di computer grafica 3D, sviluppato da Side Effects Software con sede a Toronto. Houdini è largamente usato ed apprezza ..




Houdini (software)
                                     

ⓘ Houdini (software)

Houdini è un programma di computer grafica 3D, sviluppato da Side Effects Software con sede a Toronto.

Houdini è largamente usato ed apprezzato nel mondo della grafica 3D soprattutto per quanto riguarda la realizzazione di effetti speciali per i film.

                                     

1. Versioni

Sono disponibili diverse versioni di Houdini:

  • Houdini: Versione commerciale che non comprende gli strumenti di simulazioni PyroFx, CrowdFx, ClothFx, WireFx, FurFX, FEM.
  • Indie: Versione per studi/artisti il cui fatturato annuo non supera i 100.000$. La risoluzione massima di render per quanto riguarda le animazioni è bloccata al Full HD.
  • Non-commercial: Versione liberamente scaricabile da chiunque voglia provare il software. Oltre a diverse scritte allinterno delle schermate del programma, verrà anche applicato un watermark sui fotogrammi renderizzati con tale versione.
  • Houdini FX: Versione commerciale completa del software.
                                     

2. Caratteristiche

Houdini possiede strumenti per gestire ogni aspetto di produzione di contenuti in computer grafica:

  • Rendering - Houdini è integrato con il suo nativo e potente motore di rendering Mantra. Con la licenza Houdini Indie è possibile utilizzare motori di render di terze parti quali: Renderman, Octane, Arnold, Redshiftbeta, V-rayin sviluppo, Maxwellin sviluppo.
  • Effetti volumetrici - Con i suoi strumenti nativi quali CloudFx e PyroFx Houdini è in gradi di creare simulazioni di fuoco, fumo, nuvole, nebbia, ecc.
  • Modellazione - Tutti i tipi di geometria standard quali Poligoni, superfici NURBs/Bézier, Curves.
  • Sviluppo di PlugIn - sviluppo di librerie e tools personali.
  • Animazione - Animazione manuale basata sui keyframe, manipolazione di canali CHOPs, supporto di dati provenienti da motion capture.
  • Compositing - possiede un ambiente di compositing.
  • Dinamica - Simulazione di: corpi rigidi, fluidi, fili, tessuti, folle.

Houdini supporta una varietà di APIs, peroprio per questo è un software largamente personalizzabile, in base alle proprie esigenze di produzione, i linguaggi supportati sono Python, Hscript linguaggio di scripting del tipo CShell-like e VEX.

                                     

3. Operatori

La natura procedurale di Houdini è possibile grazie ad un sistema basato sui nodi nodes.

Questi nodi vengono chiamati operatori operators, venendo collegati assieme creano quello che si definisce albero di nodi node tree, o rete di nodi node network.

Gli operatori si suddividono in categorie basate sul tipo di dati sul quale operano:

  • SHOPs - Shading Operator - usati per creare materiali shaders.
  • CHOPs - channel operators - usati per creare animazione procedurale, manipolazione di audio e logica.
  • COPs - composite operators - usati per performare compositing su dei filmati/immagini.
  • SOPs - surface operators - usati per modellare superfici.
  • VOPs - VEX operators - usati per generare reti di nodi per tutti i tipi precedentemente citati usando una architettura SIMD.
  • ROPs - render operators - usati per rappresentare diversi render passes.
  • DOPs - dynamic operators - usati per creare simulazioni di ogni tipo.
  • POPs - particle operators - usati per manipolare sistemi di particelle.
  • OBJs - nodi che passano informazioni di trasformazione In genere contengono SOPs.

Complesse reti di nodi possono essere raggruppato sotto un unico nodo, il quale si comporta e può essere paragonato ad una classe in un linguaggio di programmazione ad oggetti. In questo modo gli utenti possono creare i propri strumenti direttamente allinterno del programma senza bisogno di scrivere codice, anche se in realtà la creazione di reti di noti genera del codice effettivo. Proprio per questo Houdini viene visto come un software di programmazione visiva, il che pone la programmazione artist-friendly, cioè di più facile accesso agli utenti, esperti o meno che siano.