Топ-100
Indietro

ⓘ Sufi ottomani ..




                                               

Cimitero di Merkezefendi

Il cimitero di Merkezefendi è un cimitero situato nel quartiere di Merkezefendi del distretto di Zeytinburnu, nella parte europea di Istanbul, in Turchia. Il quartiere come il cimitero prendono il nome da Merkez Efendi, un sufi ottomano. Molti intellettuali, scrittori e artisti famosi riposano in questo vecchio cimitero che si estende su una superficie di 27.800 m 2. Il cimitero fu fondato nel XVI secolo con la costruzione della tomba di Merkez Efendi in questa posizione. Fu ampliato negli anni 50, e un altro cimitero, il Cimitero Kozlu fu istituito a 100 m da questo luogo. Nel 2007 il cim ...

                                               

Beilicato di Karaman

Il beilicato di Karaman, retto dalla dinastia dei Karamanidi, fu un beilicato turco dAnatolia sorto tra il 1250 e il 1487 nel centro sud della penisola anatolica, grosso modo occupava lattuale provincia turca di Karaman. Per i due secoli della sua esistenza fu uno dei più importanti principati della regione.

                                               

Ereğli

Ereğli è una città della provincia di Konya nella regione dellAnatolia Centrale in Turchia. Secondo il censimento del 2000 contava 82 633 e la provincia 126 117 abitanti.

                                               

Hammamizade Ismail Dede Efendi

Egli nacque il 9 gennaio 1778 a Istanbul, nella mahalle di Sehzadebası. Iniziò a studiare musica con Mehmed Emin Efendi, alletà di otto anni. Frequentava i rituali sufi alla Yenikapı Mevlevihanesi, un luogo di ritrovo di Mevlevi. Studiò con Ali Nutki Dede e imparò a suonare il ney, nella Yenikapı Mevlevihanesi. Divenne Dede "maestro" nel 1799. La musica di Dede Efendi fu apprezzata dal Sultano Selim III e quindi egli eseguì le sue opere a palazzo. Egli compose centinaia di canzoni e riti mevlevi. Nel 1846 si recò in pellegrinaggio alla Mecca, ma a Mina sobborgo della Mecca contrasse il col ...

                                               

Incidente di buon auspicio

Incidente di buon auspicio è il nome cui la storiografia turca ricorre per indicare lo scioglimento forzato del corpo dei giannizzeri ordinato dal sultano ottomano Mahmud II il 15 giugno 1826 e risoltosi in un bagno di sangue durante il quale vennero sterminati molti membri della milizia e quasi tutti i loro capi.

                                               

Muqattam

Muqattam è la principale eminenza del Cairo, che si erge a est del Nilo, sulla quale si eleva dal XIX secolo la grandiosa moschea di Mehmet Ali, luogo dinumazione del primo Wali dellEgitto, resosi de facto autonomo dal nominale sovrano del Paese, il Sultano ottomano dIstanbul. Sulle sue falde sorge unaltra moschea dedicata al grande poeta sufi Ibn al-Fārid, ancor oggi meta di pio pellegrinaggio, nel distretto di al-Qadiryia della Qarafa. Letimologia è incerta, anche perché un nome popolare per indicarlo è stato quello di Muqattab, anche se per ribadirne unorigine araba si immagina il nome ...