Топ-100
Indietro

ⓘ Esperantologia. L esperantologia è il ramo della linguistica, e in specifico dellinterlinguistica, che studia ogni aspetto della lingua ausiliaria internazional ..




Esperantologia
                                     

ⓘ Esperantologia

L esperantologia è il ramo della linguistica, e in specifico dellinterlinguistica, che studia ogni aspetto della lingua ausiliaria internazionale esperanto. Non solo la lingua e la sua letteratura, ma ad es. anche la sua storia, filosofia, glottodidattica, psicolinguistica e sociolinguistica. Ed anche delle lingue da esso derivate e dei progetti di riforma.

Lesperantologia occupa una posizione privilegiata allinterno dellinterlinguistica, in quanto lesperanto è la lingua pianificata di gran lunga più utilizzata dalla sua creazione 1887. Fornisce più materiale per lo studio e la ricerca di ogni altra lingua artificiale, e la maggior parte della letteratura specializzata nel campo è sullesperanto e spesso in esperanto.

                                     

1. Storia

Liniziatore dellesperantologia come disciplina scientifica autonoma è considerato René de Saussure, fratello del "Padre della linguistica moderna" Ferdinand de Saussure. Nonostante anchegli proponesse una riforma dellesperanto, al culmine dello scisma dellIdo 1908 difese il metodo di formazione delle parole in esperanto, in nome del principio da lui creato della "necessità e sufficienza", secondo cui ogni termine deve contenere tutte e soltanto le radici necessarie a specificarne il significato; in contrapposizione al "principio di reversibilità" di Louis Couturat secondo cui lesperanto non possiede un criterio coerente di formazione delle parole composte. Saussure sottolineò inoltre che la logicità del sistema esperantista comprendesse anche un maggior numero di leggi linguistiche di quanto i suoi creatori fossero consapevoli.

La prima menzione del termine "esperantologia" risale al 1911, contenuta in un articolo del giapponese Osaka Kenji pubblicato nella rivista Orienta Stelo Stella dellOriente, organo del circolo esperantista della città di Yokosuka.

Il termine entrò nelluso comune in seguito al suo largo impiego da parte dellesperantista tedesco Eugen Wüster, che ne suggerì specificatamente ladozione in un suo articolo pubblicato nel 1921 sulla rivista Esperanto Triumfonta Lesperanto che trionferà, che prenderà in seguito il nome di Heroldo de Esperanto Araldo dellesperanto, con il quale viene ancora oggi regolarmente pubblicata. Per questa ragione Wüster è spesso indicato come il creatore del termine. In seguito, nel 1955, Wüster pubblicherà un articolo sulla storia dei termini "esperantologia" ed "interlinguistica", dallo specifico titolo La terminoj "esperantologio" kaj "lingvistiko".

Oltre ai succitati, i più noti esperantologi sono stati i francesi Gaston Waringhien e Pierre Janton, i tedeschi Detlev Blanke e Ulrich Lins, lungherese István Szerdahelyi, il belga Claude Piron, langlo-americano Humphrey Tonkin, il croato-britannico Ivo Lapenna, gli svizzeri Edmond Privat e Tazio Carlevaro, litalo-americano Mario Pei, litalo-svizzero Giorgio Silfer pseudonimo di Valerio Ari. Tra gli italiani i fratelli Bruno ed Elio Migliorini, Renato Corsetti e Fabrizio Pennacchietti; fra i giovani Federico Gobbo.

Le riviste, esperantiste o meno, che pubblicano articoli di interlinguistica, come Literatura Foiro e Heroldo de Esperanto, le riviste specializzate Informilo pri Interlingvistoj IPI, Language Problems and Language Planning, Intrelinguistisches Informationen ed Esperantologio/Esperanto Studies EES, pubblicano anche articoli di esperantologia. Unanaloga rivista, dal titolo Esperantic Studies, pubblicata fino al 2006, è disponibile on-line.

                                     
  • l Università IULM di Milano e collaborò al corso di Interlinguistica ed Esperantologia dell Università di Torino. Tuttora membro della Kooperativo de Literatura
  • importanti opere di esperantologia Ha anche contribuito all attuale statuto dell UEA, datato al 1980. selezione Esperantologia estrogena ed endogena
  • Problems and Language Planning, 7: 2, 198 ff. 2000. L espérantologie en revue 2 Esperantologia in riassunto in Language Problems and Language Planning
  • directory Aiuto La Espero info file L inno del movimento esperantista. Esperantologia Movimento esperantista EO Lando, kiu ne estas sur la mapo teksto
  • dell università di Parma per la migliore tesi di laurea in interlinguistica ed esperantologia In suo onore è stata fondata la Fondazione Canuto che, in seno all Associazione
  • 1994, ISBN 88 - 08 - 09594 - 0 Federico Gobbo, Fondamenti di linguistica ed esperantologia Pianificazione linguistica e lingue pianificate, Cap 6.3.6: L Interlingua
  • monolingue. Il Vortaro de Esperanto è oggi considerato dagli studiosi di esperantologia una preziosa fonte di informazione sulla lingua di inizio Novecento
  • ISBN 9788864983097. Più di un parametro tra posizione e pp specificato aiuto Esperantologia Glossopoiesi Interlinguistica Lingua artificiale Lingua filosofica Lingua
  • scrittore e pubblicista. Cultore della materia per interlinguistica ed esperantologia presso l Università di Torino. Nel 1970 è stato cofondatore della rivista
  • riunioni di Wikipediani ed una presentazione durante la Conferenza di Esperantologia Corso su Wikipedia in un congresso esperantista ad Antwerp, maggio
  • dicembre 2007 archiviato dall url originale il 20 dicembre 2007 EO Lingva Kritiko, sito sull Esperantologia a cura di Wennergren, su lingvakritiko.com.
  • de Saussure EO René de Saussure 1868 - 1943 - Tragika sed grava esperantologo kaj interlingvisto el Svislando di Andy Künzli, sulle pagine della