Топ-100
Indietro

ⓘ Vicenza Calcio 2017-2018. A seguito dellinaspettata retrocessione, lavvio di stagione segna una serie di stravolgimenti in casa biancorossa. Il 10 luglio viene ..




                                     

ⓘ Vicenza Calcio 2017-2018

A seguito dellinaspettata retrocessione, lavvio di stagione segna una serie di stravolgimenti in casa biancorossa. Il 10 luglio viene ufficializzata una lettera di intenti tra lamministratore delegato del Vicenza Calcio Marco Franchetto presidente di Vi.Fin, la finanziaria che detiene le quote di maggioranza del club e Francesco Pioppi, legale rappresentante di Boreas Capital, società lussemburghese che assumerà il 75% delle quote azionarie del Vicenza entro dicembre. Nei mesi di co-gestione le due società lavoreranno in sinergia per garantire almeno lobiettivo play-off per il ritorno in Serie B. Nella stessa giornata viene ufficializzato il ritiro precampionato sullAltopiano dei Sette Comuni con il doppio intento di essere vicini a casa e riallacciare il rapporto con la tifoseria, divenuto molto teso e la partnership con Acciaierie Valbruna che diventa nuovo main sponsor per i prossimi tre anni.

Nel frattempo Moreno Zocchi è diventato il nuovo direttore sportivo del club mentre per la guida tecnica si è scelto Alberto Colombo. Su incarico della società il primo compito del DS è quello di azzerare praticamente la rosa sia per una riduzione del monte ingaggi sia per gli scarsi risultati ottenuti nella precedente stagione oltre per una generale perdita di fiducia della tifoseria nei confronti dei giocatori

L11 luglio viene avviata la campagna abbonamenti denominata Ripartiamo che vede una riduzione dei prezzi specialmente nel settore distinti. Il 14 luglio prende il via il ritiro precampionato nonostante la squadra sia ancora tutta da costruire. Quindici giorni dopo la squadra debutta in Coppa Italia battendo il Pro Piacenza per 4 a 1. Il 9 settembre si chiude la campagna abbonamenti che supera ogni aspettativa con più di 6.000 abbonati.

A livello sportivo il Vicenza parte bene inanellando tre vittorie consecutive se si considera anche la partita contro il Modena, poi annullata a seguito del fallimento del club canarino ma attorno a metà girone dandata la squadra conduce prestazioni opache che portano la società ad esonerare il tecnico Colombo al quale subentra il giovane Nicola Zanini, vicentino, fino a quel momento allenatore della Primavera.

Ma è a livello societario che la stagione risulta travagliata. le trattative per la cessione del club a Boreas Capital continuano per mesi con un lungo tira e molla; per lo stesso avvicendamento di Colombo viene prima chiamato Franco Lerda ancora sotto contratto dalla precedente stagione salvo poi optare per Zanini, presentato da Francesco Pioppi entrato nel frattempo nel CdA del club biancorosso come una soluzione temporanea. A dicembre Boreas si sfila dallacquisto della società che viene precipitosamente venduta al piemontese Fabio Sanfilippo. Nel frattempo diverse scadenze non vengono saldate portando la squadra ad una penalizzazione di 4 punti in classifica. Vi è pure un iniziale sfratto dal Centro Tecnico Piermario Morosini i cui campi da gioco sono di proprietà di una diversa società che viene evitata solo grazie allintervento di alcuni politici locali.

A gennaio la società viene ufficialmente messa in mora dai giocatori che annunciano uno sciopero in occasione del primo impegno ufficiale del 2018 qualora non venissero pagati i loro stipendi che avanzano da settembre. Il 12 gennaio i giocatori convocano una conferenza stampa presso la sede dellAssociazione Italiana Calciatori situata proprio in città per spiegare la situazione dal loro punto di vista, rammaricati anche per la richiesta di silenzio stampa chiesta dalla società e per la mancata concessione della sala stampa dello Stadio Menti; si dicono pronti a rimanere a Vicenza qualora arrivi qualche segnale da parte della proprietà. Nel pomeriggio effettuano un allenamento a porte aperte al Menti al quale assistono tifosi di tutti i gruppi organizzati.

Il giorno successivo è in programma la partita di Coppa Italia Serie C con il Padova alla quale la proprietà decide di inviare la formazione Primavera visto lo sciopero della Prima Squadra, nonostante la contrarietà dei tifosi e degli stessi ragazzi della Primavera oltre che del tecnico Zanini, che fino a qualche mese prima aveva allenato proprio la formazione minore. I gruppi Ultras decidono di scioperare dalla trasferta e di impedire luscita del pullman biancorosso diretto a Padova. La protesta pacifica e condivisa da tutti porta per la prima volta il Vicenza Calcio a non disputare una competizione ufficiale in quasi 116 anni di storia.

La procura nel frattempo chiede il fallimento del club e il tribunale berico il 18 gennaio nomina Nerio De Bortoli amministratore della società disponendone lesercizio provvisorio dellattività sportiva. La situazione di rendimento in campo si fa via più delicata. Anche Nicola Zanini viene esonerato e al suo posto viene chiamato Franco Lerda, la squadra viene messa in silenzio stampa fino a termine del campionato; tuttavia anche la cura Lerda non dà grossi risultati e la squadra chiude la stagione ultima in classifica e con il rischio concreto di retrocessione in quarta serie.

Anche dal punto di vista societario, nonostante le numerose iniziative messe in campo dal curatore fallimentare e sostenute dai tifosi, non vanno meglio con due aste per la vendita del club andate deserte. In vista dei play-out contro il Santarcangelo anche se inizialmente dovevano svolgersi contro il Teramo Franco Lerda viene esonerato e viene richiamato Nicola Zanini che a gennaio era riuscito a riunire i giocatori e a ricucire lo strappo con la tifoseria. La squadra vincendo la partita di andata e pareggiando quella del ritorno riesce a salvarsi.

A stagione archiviata viene presentata unofferta di acquisto da parte di Renzo Rosso, attraverso la OTB Holding, che prevede laccorpamento del Vicenza Calcio con il Bassano Virtus e il trasferimento della società da Bassano a Vicenza mantenedo colori sociali biancorossi, tradizione sportiva del Vicenza Calcio ma nuovo nome societario. Dopo unanalisi da parte del Tribunale, la società viene ceduta a Renzo Rosso e ridenominata L.R. Vicenza Virtus.

                                     

1. Maglie e sponsor

Sponsor ufficiale è per la prima volta le Acciaierie Valbruna. La sponsorizzazione con Banca Popolare di Vicenza che durava da 7 anni e che era stata rinnovata fino al 2019 è stata interrotta a seguito della crisi che ha colpito listituto di credito. Confermati poi Nordor Batterie come secondo sponsor di maglia e GSC Group come main sponsor per i pantaloncini.

Novità invece per quanto riguarda lo sponsor retro maglia che per questa stagione è Famila Supermercati

Per il quinto anno consecutivo lo sponsor tecnico è Macron.

La presentazione ufficiale delle maglie è avvenuta il 26 agosto, in maniera innovativa. La società ha scelto di realizzare un video girato tra le vie della città e lo stadio Menti e pubblicato sul sito e sulla pagina Facebook ufficiale. Protagonisti Ferrari, Romizi, Crescenzi e il portiere Valentini, che hanno indossato le nuove divise: quella storica, biancorossa, quelle da trasferta e quella del portiere rossa.

                                     

2. Statistiche

Statistiche aggiornate al 4 febbraio 2018

Andamento in campionato

Legenda: Luogo: C = Casa; T = Trasferta. Risultato: V = Vittoria; N = Pareggio; P = Sconfitta.

Statistiche dei giocatori

Sono in corsivo i giocatori che hanno lasciato la squadra a competizioni in corso. Viene considerata anche la gara Modena-Vicenza 1-2 poi annullata.

Aggiornato al: Vicenza-Santarcangelo

                                     

3. Giovanili

Piazzamenti

  • Campionato
  • Allenatore: Nicola Zanini
  • Berretti
  • Under 17
  • Campionato
  • Allenatore: Vidale Massimo
  • Allenatore: Bistore Diego
  • Campionato
  • Under 15
  • Campionato
  • Giovanissimi Regionali Fascia B
  • Allenatore: Cuccarollo Alessandro