Топ-100
Indietro

ⓘ Persone legate a Città della Pieve ..




                                               

Tresigallo

Tresigallo è una frazione e capoluogo di 4 397 abitanti del comune di Tresignana, nella provincia di Ferrara in Emilia-Romagna. È stato comune autonomo fino al 2018. Faceva parte dellUnione Terre e Fiumi. È situato sulle sponde del Po di Volano ed è immerso nella Pianura Padana e la sua fondazione la si fa ricondurre al Medioevo. Era il comune meno esteso della provincia di Ferrara. Dal primo gennaio 2019 si è fuso con il comune di Formignana per dare vita al nuovo comune di Tresignana, del quale è capoluogo. Tresigallo è lunica Città di Fondazione riconosciuta Città dArte e grazie alle su ...

                                               

Figline di Prato

Figline è una frazione del comune di Prato e si trova a pochi chilometri a Nord-est del centro cittadino. Fa parte della circoscrizione nord. Si trova in una valle tra il Monteferrato e i primi rilievi appenninici. Il borgo si è sviluppato lungo il corso del torrente Bardena e la "via di Cantagallo" verso Schignano. Ospita il Museo della Deportazione, il Museo della Pieve di San Pietro e il Tabernacolo di SantAnna di Agnolo Gaddi.

                                               

Acone

Acone è una frazione del comune di Pontassieve che sorge in una zona collinare alle pendici di Monte Giovi sulla riva destra del fiume Sieve. Lesposizione a sud e laltitudine compresa tra i 400 e i 600 m s.l.m. fanno sì che il clima sia mite in tutte le stagioni. Gli elementi dominanti del paesaggio sono costituiti da oliveti, vigneti, boschi di querce e castagni. Lo stretto legame tra il paesaggio e lo sviluppo rurale è testimoniato dalle attività principali che sono: produzione di olio, produzione di vino e produzione di legna.

                                               

Pietro Antonio Crespi Castoldi

Nato a Busto Arsizio, il 25 gennaio 1579 entrò a far parte della congregazione degli oblati e nel 1581 fu ordinato sacerdote dallarcivescovo Carlo Borromeo, divenendo parroco a Morazzone, un piccolo comune vicino a Varese che allepoca contava circa 400 abitanti. Fu proprio a Morazzone che iniziò a scrivere la sua opera Insubria, unopera di 662 pagine relativa alla storia insubre. Rimase parroco di Morazzone fino al 1589, quando a Busto Arsizio, suo borgo natale, si rese vacante la terza porzione curata della chiesa prepositurale di San Giovanni Battista in seguito ad una epidemia che aveva ...

                                               

Giuseppe Massina

Giuseppe Massina nasce a Como nel 1901, ove si diploma ragioniere. Chiamato alle armi nel 1920, presta servizio nellArma dei Carabinieri, ove sceglie di continuare la carriera militare. Nominato dapprima sottotenente in servizio permanente effettivo nel 1924, è successivamente promosso al grado di tenente nel 1927. Alla fine dello stesso anno, Massina si dimette dal grado e dalle funzioni per tornare a Como e dedicarsi alla professione di ragioniere. Nel 1935, nel contesto delle operazioni preliminari alla Guerra dEtiopia, Massina chiede larruolamento volontario nella Milizia Volontaria pe ...

                                               

San Filippo Neri e San Luigi Gonzaga in gloria

San Filippo Neri e San Luigi Gonzaga in gloria è un dipinto di Biagio Bellotti realizzato tra il 1749 e il 1751 e conservato presso il battistero di San Filippo Neri a Busto Arsizio.

                                               

Padergnone

Padergnone è stato un comune italiano di 809 abitanti della provincia di Trento. Dal 1º gennaio 2016 il comune, assieme ai comuni di Terlago e Vezzano, forma il nuovo comune di Vallelaghi.

                                               

Annibale Pagliarin

Annibale Pagliarin è stato un militare italiano, decorato con Medaglia doro al valor militare alla memoria durante la seconda guerra mondiale.

                                               

Silvio Gambini

Silvio Gambini si diplomò Perito Agrimensore a Teramo, città nella quale nacque nel 1877. Giunto poco dopo a Busto Arsizio, lavorò presso lo studio delling. Ercole Seves e per lUfficio Tecnico Comunale. Nel 1901, passò nello studio delling. Guglielmo Guazzoni, di cui fu, fino al 1915, collaboratore e progettista, con libertà di poter eseguire in proprio alcuni lavori. Particolarmente attento alla ricerca architettonica doltralpe, Gambini collaborò a varie riviste oltre a frequentare lo studio di Giuseppe Sommaruga a Milano. Queste frequentazioni furono determinanti nella scelta di Gambini ...