Топ-100
Indietro

ⓘ Cagliari Calcio 2017-2018. La novità principale della stagione Rossoblù è labbandono definitivo dello Stadio SantElia in favore della Sardegna Arena, catino pre ..




Cagliari Calcio 2017-2018
                                     

ⓘ Cagliari Calcio 2017-2018

La novità principale della stagione Rossoblù è labbandono definitivo dello Stadio SantElia in favore della Sardegna Arena, catino prefabbricato provvisorio costruito presso i parcheggi del vecchio impianto. Il SantElia, casa del Cagliari dal 1970 escludendo le brevi parentesi agli stadi Nino Manconi, Is Arenas e Nereo Rocco verrà demolito per far posto allo stadio definitivo, provvisoriamente senza nome. In seguito ad un iniziale tentennamento, nel giugno 2017 viene confermato alla guida tecnica della squadra lallenatore Massimo Rastelli per il terzo anno consecutivo, mentre il direttore sportivo Stefano Capozucca termina la sua collaborazione con la società, sostituito a luglio da Giovanni Rossi proveniente dal Sassuolo.

Lestate 2017 vede un significativo rinnovamento dellorganico, a cominciare dal ritorno di Andrea Cossu in veste di vice-capitano. Al fianco del confermato Rafael viene posto Cragno, reduce dal prestito in Serie B al Benevento con cui ha conquistato la promozione in massima serie. In difesa arrivano il terzino olandese van der Wiel, lex Inter Andreolli, il belga Miangue e il giovane Romagna, scambiato con il sardo Del Fabro. A centrocampo il club ingaggia il regista Cigarini, coinvolto nella trattativa che vede lasciare la Sardegna Nicola Murru, ma il grande colpo è nel reparto avanzato: viene prelevato dal Napoli lattaccante Leonardo Pavoletti, che approda in Sardegna con la formula del prestito con obbligo di riscatto, divenendo vista la spesa di dieci milioni di euro, più due di bonus il giocatore più costoso nellintera storia della società. Rientra inoltre dal prestito allo Spezia la punta Niccolò Giannetti.

Sul fronte delle cessioni, da rilevare laddio al calcio giocato del terzo portiere Colombo, che entra a far parte dello staff tecnico in qualità di team manager, e del brasiliano Gabriel per fine prestito. In difesa, i sardi rescindono il contratto con gli internazionali Bruno Alves e Isla, mentre Salamon viene ceduto in prestito alla neo-promossa SPAL insieme al cannoniere della stagione precedente Borriello, in rotta con la società nonostante il rinnovo del contratto firmato un mese prima. Abbandonano definitivamente la Sardegna anche Tachtsidīs, Balzano, Ibarbo, Caio Rangel e Duje Čop, mentre Davide Di Gennaro che non aveva accettato la proposta di rinnovo dei Rossoblù pochi mesi prima si accasa alla Lazio. Per quanto riguarda i prestiti in uscita, lo slovacco Krajnc viene mandato per il secondo anno al Frosinone, Roberto Biancu, Nicola Manca e Simone Pinna sono girati alla squadra satellite dellOlbia, i giovani Capello e Serra vanno rispettivamente al Padova e al Fondi, mentre il Perugia preleva Han, Pajač e Colombatto.

Dopo il ritiro precampionato svolto tra Aritzo e Peio, la prima gara ufficiale della stagione è in Coppa Italia il 12 agosto 2017, quando i sardi incontrano al terzo turno la neoretrocessa in Serie B Palermo. Il Cagliari passa in vantaggio con João Pedro, ex di turno, ma La Gumina pareggia per i siculi a metà secondo tempo: la partita si trascina fino ai rigori e solo due errori dal dischetto dei palermitani consentono il passaggio del turno.

La 38ª partecipazione del Cagliari al campionato di Serie A propone ai Rossoblù un calendario da subito complicato, poiché le prime due partite della stagione 2017-2018 li vedono confrontarsi con la Juventus campione dItalia e il rinnovato Milan di Montella. AllAllianz Stadium il Cagliari viene superato dai bianconeri, fallendo inoltre un calcio di rigore decretato dal VAR; a Milano rimedia invece un 2-1 dai rossoneri, con i padroni di casa messi tuttavia in difficoltà dai cagliaritani. Il 10 settembre 2017 arriva la prima vittoria al debutto nel nuovo stadio, grazie alla rete di Marco Sau, a discapito del Crotone, mentre alla quarta giornata la neo-promossa SPAL viene battuta 2-0 a Ferrara.

Nelle giornate successive segue un filotto di quattro sconfitte consecutive di cui tre in casa contro Sassuolo, Chievo 0-2, Napoli 3-0 e Genoa 2-3, che portano la società allesonero di Massimo Rastelli, del suo vice Legrottaglie e del collaboratore Dario Rossi. Pochi giorni dopo viene posto alla guida del Cagliari Diego López, di ritorno in Sardegna dopo le esperienze come giocatore dal 1998 al 2010 fu anche capitano dal 2007 al 2010, come allenatore delle giovanili dal 2010 al 2012 e come tecnico della prima squadra dal 2012 al 2014. Assieme a lui arrivano altri due ex Rossoblù: Michele Fini come vice-allenatore lo fu già nelle esperienze di Palermo e Bologna delluruguagio e Alessandro Agostini come collaboratore tecnico. Il 25 ottobre López ottiene la sua prima vittoria sulla panchina del club battendo il Benevento per 2-1, grazie alla rete di testa di Pavoletti in un acceso finale di partita. Seguono altre due vittorie, pesanti in chiave salvezza, contro Verona e Udinese a cui si aggiunge, nonostante una buona prestazione, la sconfitta contro lInter.

Il 28 novembre per il quarto turno di Coppa Italia arriva alla Sardegna Arena il Pordenone, militante in Serie C: i Ramarri vanno a sorpresa in vantaggio, il capitano dei sardi Dessena pareggia i conti ma, nel secondo tempo, Bassoli mette a segno la rete del definitivo 1-2 che sancisce leliminazione dei cagliaritani dalla competizione. A dicembre la squadra sarda raccoglie cinque punti in 5 gare, frutto di due pareggi 1-1 a Bologna e 2-2 in rimonta contro la Sampdoria, due sconfitte contro le più quotate Roma e Fiorentina e la vittoria fuori casa nellultima gara del 2017 contro lAtalanta.

La sessione invernale di calciomercato porta alcuni rinforzi alla rosa cagliaritana: arrivano infatti dalla Roma il brasiliano Castán, in prestito fino a fine stagione, e lesterno greco Lykogiannīs dallo Sturm Graz a titolo definitivo. Per la linea mediana, il club acquista soltanto il giovane Fabrizio Caligara nonostante i tentativi, rivelatisi infruttuosi, di portare in Sardegna altri centrocampisti come Cofie e Acquah. In attacco invece arriva il colombiano Ceter e viene richiamato dal prestito al Perugia il nordcoreano Han; viene inoltre acquistato lex Ragatzu dallOlbia, squadra dove viene lasciato in prestito fino al 30 giugno 2019. Per quanto riguarda il mercato in uscita, vengono ceduti in prestito fino al termine della stagione il difensore Capuano al Crotone e lattaccante Melchiorri al Carpi. Lultima operazione di mercato è la cessione, con qualche strascico polemico, del difensore Van der Wiel al Toronto.

Con linizio contemporaneo del nuovo anno e del girone di ritorno, i sardi escono sconfitti dalle gare contro Juventus e Milan nonostante due buone prove. Gli importanti scontri salvezza successivi vedono gli isolani ottenere solo cinque punti: si susseguono infatti un pareggio in rimonta a Crotone, la vittoria contro la SPAL, la gara a reti inviolate contro il Sassuolo e la sconfitta in casa del Chievo, prima della pesante debacle inflitta dal Napoli 0-5.

La gara successiva del 4 marzo contro il Genoa viene rinviata a causa della prematura scomparsa di Davide Astori durante una trasferta ad Udine con la Fiorentina: due giorni dopo, il 6 marzo, la società ritira la maglia numero 13 che lex difensore indossò durante la sua carriera in Sardegna. Il 9 marzo il centrocampista João Pedro viene sospeso dal Tribunale Nazionale Antidoping in quanto risultato positivo allidroclorotiazide un diuretico, in seguito al test antidoping effettuato dopo la gara contro il Sassuolo: il giocatore aveva inoltre fallito anche il controllo fatto dopo il match della settimana successiva contro il Chievo. Nelle gare seguenti il Cagliari alterna buone prestazioni come contro la Lazio, in cui gli isolani subiscono il pareggio allultimo minuto, vittorie importanti per la classifica rocambolesca rimonta negli ultimi minuti a Benevento e successo contro lUdinese a sconfitte di misura contro Genoa e Hellas Verona, nonché a tracolli dal punteggio pesante 4 gol subiti da Torino, Inter e Sampdoria; nel mezzo, la società decide di separarsi da Giovanni Rossi e di nominare nuovo direttore sportivo lex Empoli Marcello Carli.

Contro la Roma arriva la terza sconfitta consecutiva: a due giornate dal termine del campionato, i cagliaritani risultano al terzultimo posto e virtualmente in Serie B. La salvezza arriva grazie alle vittorie negli ultimi due match contro Fiorentina e Atalanta: i sardi chiudono il campionato al 16º posto con 39 punti, frutto di 11 vittorie, 6 pareggi e 21 sconfitte.

                                     

1. Maglie e sponsor

I principali sponsor di maglia sono ISOLA Artigianato di Sardegna e Birra Ichnusa come da accordo pluriennale fino al 2019, che rispetto alla stagione passata aggiunge anche il simbolo dei Quattro Mori presente sul suo logo. Successivamente si aggiunge per il solo campionato il retro-sponsor Nieddittas, azienda oristanese attiva nella mitilicoltura, società con il quale il club firma un accordo triennale valido fino al 2020. In Coppa Italia invece il retro-sponsor rimane Azimut Investimenti, grazie al rinnovo per un anno dellaccordo già presente nelle stagioni passate.

Lo sponsor tecnico è, come da contratto triennale, Macron. La prima maglia è la tradizionale a quarti rossoblù, pantaloncini blu e calzettoni blu con righe sottili rosse: sono minimi i cambiamenti rispetto alla precedente stagione, lunico rilevante è il colletto che passa da un modello "a polo" a un girocollo impreziosito da unapertura "a V" sulla parte centrale. Per la prima volta inoltre la maglia viene presentata al termine della stagione precedente, venendo indossata nellultimo match di campionato contro il Milan. La seconda maglia e la terza maglia vengono presentate al Bastione di Saint Remy il 25 luglio: nella maglia da trasferta, la tradizionale bianca, ritornano dopo 57 anni le due bande orizzontali rossoblù, ma rispetto alla stagione 1959-1960 si trovano più in alto, ad altezza torace, e non è presente uno scudo coi quattro mori, risultando pertanto più simile alla prima maglia cerchiata di rossoblu risalente alla stagione 1953-1954. La terza maglia invece è rossa, nuovamente in dotazione dopo due stagioni di assenza. A disposizione dei portieri invece due kit, uno con maglia color oro e uno con maglia nera e grigio scuro, entrambi con pantaloncini neri.

                                     

2. Statistiche

Andamento in campionato

Fonte: Serie A – Classifica, su legaseriea.it. Legenda: Luogo: C = Casa; T = Trasferta. Risultato: V = Vittoria; N = Pareggio; P = Sconfitta.

Statistiche dei giocatori

Sono in corsivo i calciatori che hanno lasciato la società a stagione in corso. Statistiche aggiornate al 20 maggio 2018.

                                     

3. Giovanili

Piazzamenti

  • Campionato: 2º posto nel girone B, vince la finale play-off, promossa in Primavera 1 2018-2019.
  • Primavera
  • Torneo di Viareggio: ottavi di finale.
  • Coppa Italia: primo turno.
  • Under-15 maschile: 6º posto nel girone B, non qualificato per i play-off.
  • Under-17 4º posto nel girone B, eliminato al primo turno dei play-off.
  • Under-16: 5º posto nel girone B, non qualificato per i play-off.
  • Under-15 femminile: 1º del girone eliminatorio, eliminato alla seconda fase.