Топ-100
Indietro

ⓘ Antifascisti svizzeri ..




                                               

Fernando Schiavetti

Laureato in lettere e filosofia, giornalista di professione, interventista e combattente nella prima guerra mondiale, fu tra i fondatori di Italia libera, il movimento antifascista staccatosi dallassociazione combattenti perché troppo ripiegata sul fascismo, diresse il giornale "La Voce Repubblicana" fino al 1926, data in cui riparò allestero, dapprima a Marsiglia dove lavorò come tipografo ed entrò nellesecutivo della Concentrazione antifascista nata nel marzo 1927, poi a Zurigo quando rimase senza lavoro e si avvicinò a Giustizia e Libertà. Padre della scrittrice e giornalista Franca Mag ...

                                               

Renato Cigarini

Renato Cigarini è stato un avvocato, partigiano e antifascista italiano. Ardito, ex legionario fiumano e comunista, è stato amico di Antonio Gramsci e prese la tessera del PCdI nel 1923, periodo di pieno avvento e stabilizzazione del fascismo. Attivo antifascista, condannato al confino di polizia.

                                               

Tommaso Tonello

Tommaso Angelo Tonello è stato un politico e antifascista italiano, esponente del Partito Socialista Italiano.

                                               

Armando Zanetti

Dopo la laurea, nel 1912, lavora a il Giornale dItalia come corrispondente da Belgrado, Pietrogrado e Mosca. Rientra in Italia nel 1918 e, nel 1919 divenne segretario dellAssociazione Nazionalista Italiana, carica che terrà fino al 1920, quando, maturati ladesione ai principi del pensiero liberale e il rifiuto del fascismo, nel 1923, si distacca dai nazionalisti e aderisce al Partito Liberale e nel 1924 dà vita a Rinascita liberale insieme a Adolfo Tino. Nel 1925 è costretto allesilio in Svizzera, dove lavora per La dernière heure. Nel 1928 fonda, insieme al cattolico Francesco Luigi Ferra ...

                                               

Adamo Zanelli

Di professione fabbro, partecipò al Primo conflitto mondiale e nel dopoguerra fu un antifascista militante tanto che fu costretto nel 1921 ad emigrare in Francia, dove già risiedeva una parte della sua famiglia. Zanelli lavorò come operaio a Hussigny e si iscrisse al Partito Comunista Francese, di cui fu segretario della federazione locale. Espulso dalla polizia transalpina nel 1923, da quel momento Zanelli ricevette altri quattro espulsioni dalla Francia, inframmezzate da passaggi in Belgio, Lussemburgo, Italia nel 1925, solo per sposarsi e Svizzera: a Basilea egli divenne dirigente del S ...

                                               

Cesare Campioli

Cesare Campioli è stato un politico e imprenditore italiano. È stato sindaco di Reggio Emilia per 17 anni, dal 1945 al 1962.