Топ-100
Indietro

ⓘ Storia di Acquaviva delle Fonti. Carlo III de Mari, quarto principe di Acquaviva 1775. Moglie: Maria Rosa Gaetani. Figli: Beatrice de Mari. Carlo II de Mari, se ..




                                     

ⓘ Storia di Acquaviva delle Fonti

  • Carlo III de Mari, quarto principe di Acquaviva 1775. Moglie: Maria Rosa Gaetani. Figli: Beatrice de Mari.
  • Carlo II de Mari, secondo principe di Acquaviva e terzo marchese di Assigliano 1697. Moglie: Beatrice di Tocco dei principi di Montemiletto. Figli: Laura de Mari.
  • Antoniotto Spinola 1640;
  • Gaspare Ayerbo dAragona, in fitto al principe di Cassano 1664;
  • Giovanni Battista Caracciolo, in fitto al marchese di Santeramo 1658;
  • Giovanbattista de Mari, terzo principe di Acquaviva 1740. Moglie: Maria Grazia Caracciolo;
  • Giangirolamo Acquaviva dAragona, conte di Conversano 1629;
  • Paride Pinelli, marchese di Civitasantangelo 1614;
  • Ascanio de Scribanis 1611;
  • Carlo I de Mari, primo principe di Acquaviva e secondo marchese di Assigliano 1665. Moglie: Geronima Doria. Figli: Teresa de Mari;
                                     

1. Campo dei Missili

Sul territorio di Acquaviva delle Fonti, tra il gennaio e laprile del 1960 sulla via vecchia di Sannicandro di Bari, a poca distanza dal centro abitato di Acquaviva, fu realizzata una base USA, soprannominata dal popolino il" Campo dei Missili”. Qui era situata per lesattezza la base n. 9 della 2ª Squadriglia del 111º Gruppo nata per ospitare i PGM-19 Jupiter, missili termonucleari a medio raggio ovvero con portata tra i 1000 e i 5500 km puntati verso lUnione Sovietica. Sette basi furono altresì operative dal 1958 al 1963 sulle Murge lungo il tracciato della via Appia a Spinazzola, Gravina, Casal Sabini-Altamura, Ceraso-Altamura, Gioia del Colle, Laterza e Mottola, mentre due basi furono localizzate in Basilicata, presso Irsina e Matera. Ciascuna delle basi aveva installato al suo interno tre missili Jupiter, ognuno dei quali con potenza pari a circa cento bombe atomiche come quella lanciata su Hiroshima. Il 1º marzo 1957 venne lanciato il primo missile IRBM Intermediate Range Ballistic Missile Jupiter dalla base statunitense di Cape Canaveral. Poco più di due anni dopo, a partire dal 5 settembre 1959 cominciò linstallazione del" sistema darma Jupiter” in Italia, operazione che si concluse il 20 giugno 1961, quando anche lultima base divenne operativa. Nel gennaio 1963 gli USA comunicarono al governo italiano la decisione, presa durante gli sviluppi della crisi dei missili di Cuba, di smantellare le basi. Nel giugno dello stesso anno, lultimo missile Jupiter fu rimosso dalla Murgia e imbarcato oltreoceano.