Топ-100
Indietro

ⓘ Johannes Joseph Koppes. Il 28 agosto 1883 papa Leone XIII lo nominò vescovo di Lussemburgo. Ricevette lordinazione episcopale il 4 novembre successivo nella chi ..




Johannes Joseph Koppes
                                     

ⓘ Johannes Joseph Koppes

Il 28 agosto 1883 papa Leone XIII lo nominò vescovo di Lussemburgo. Ricevette lordinazione episcopale il 4 novembre successivo nella chiesa di Santa Maria dellAnima a Roma dal cardinale Edward Henry Howard, arciprete della basilica di San Pietro in Vaticano, coconsacranti larcivescovo Domenico Maria Jacobini, segretario della Congregazione di Propaganda Fide, e larcivescovo metropolita di Vienna Cölestin Josef Ganglbauer. La sua nomina a vescovo non venne accolta da tutti con favore anche se tra i suoi sostenitori vi furono il professore del seminario Dominik Hengesch, linternunzio apostolico Francesco Spolverini e il gesuita Nicolas Nilles, un altro possibile candidato.

Durante il suo episcopato agì in modo combattivo e coraggioso, soprattutto contro il liberalismo, il socialismo e la massoneria. Apparteneva alla fazione ultramontanista. Partecipò regolarmente come ospite agli incontri dei vescovi tedeschi a Fulda. Nelle questioni sociali monsignor Koppes ebbe un forte atteggiamento anti-nazionalista. Sostenne la creazione di numerosi associazioni cattoliche.

Agli inizi del XX secolo iniziò a programmare la costruzione di una nuova cattedrale e a raccogliere il denaro necessario per lopera. Grazie ai famigliari emigrati, tra il 1901 e il 1910, raccolse notevoli somme anche negli Stati Uniti. Il progetto non venne tuttavia mai realizzato perché, tra le altre cose, gran parte del denaro venne perso negli anni della prima guerra mondiale.

Qualche anno prima di morire fu colpito da un infarto e venne quindi assistito nel governo della diocesi dal vescovo di Treviri poiché la Santa Sede non nominò un vescovo coadiutore.

Morì a Lussemburgo il 29 novembre 1918. Il governo non gli permise di essere sepolto nella cattedrale di Notre-Dame a Lussemburgo e venne quindi sepolto, come il suo predecessore, nella cappella Glacis a Lussemburgo.

La diocesi di Lussemburgo rimase sede vacante per quindici mesi. La Santa Sede voleva infatti valutare la situazione politico-istituzionale dopo labdicazione della granduchessa Maria Adelaide in favore della sorella Carlotta. Durante la prima guerra mondiale il granducato fu occupato dallesercito tedesco e il comportamento di Maria Adelaide parve troppo accondiscendente verso gli occupanti, se non addirittura amichevole. Perciò, al termine della guerra, criticata nel Paese e di fronte al rischio di annessione da parte del Belgio o della Francia, nel 1919 abdicò in favore della sorella minore Carlotta per salvare lindipendenza del paese e la dinastia regnante. Quando la situazione si stabilizzò il papa nominò vescovo Pierre Nommesch.

                                     

1. Genealogia episcopale

  • Cardinale Giulio Antonio Santori
  • Arcivescovo Galeazzo Sanvitale
  • Papa Clemente XIII
  • Papa Benedetto XIV
  • Papa Benedetto XIII
  • Cardinale Luigi Caetani
  • Cardinale Ludovico Ludovisi
  • Cardinale Girolamo Bernerio, O.P.
  • Cardinale Scipione Rebiba
  • Vescovo Johannes Joseph Koppes
  • Cardinale Paluzzo Paluzzi Altieri degli Albertoni
  • Cardinale Bernardino Giraud
  • Cardinale Carlo Sacconi
  • Cardinale Ulderico Carpegna
  • Cardinale Giacomo Filippo Fransoni
  • Cardinale Alessandro Mattei
  • Cardinale Pietro Francesco Galleffi
  • Cardinale Edward Henry Howard