Топ-100
Indietro

ⓘ Cultura dellAzerbaigian. La cultura dellAzerbaigian è una cultura di popoli e nazionalità che hanno vissuto e vivono oggigiorno sul territorio dellAzerbaigian e ..




Cultura dellAzerbaigian
                                     

ⓘ Cultura dellAzerbaigian

La cultura dellAzerbaigian è una cultura di popoli e nazionalità che hanno vissuto e vivono oggigiorno sul territorio dellAzerbaigian e degli stati che esistevano sul territorio dellAzerbaigian moderno. Lo sviluppo della cultura nel territorio dellAzerbaigian riflette la sua storia satura di incidenti politici e militari e la sua posizione sulle vie che sin dallantichità collegava lOriente con lOccidente.

Cultura dellAzerbaigian in azero: Azərbaycan mədəniyyəti è la cultura della Repubblica dellAzerbaigian e dellAzerbaigian del sudpersiano. Si è sviluppato sotto linfluenza delleredità iraniana, turca e caucasica così come le influenze russe a causa del suo precedente status di repubblica sovietica.

Nel XV secolo si formarono due centri di cultura azera: lAzerbaigian del sudpersiano e il Karabakh, che finiscono formarsi completamente nei XVI-XVIII secoli. Parlando dellorigine della cultura azerbaigiana precisamente nel quattordicesimo e quindicesimo secolo, si dovrebbe tenere a mente principalmente la letteratura e altre parti della cultura organicamente collegate alla lingua.

Reperti archeologici e monumenti materiali conservati testimoniano lo sviluppo culturale dei popoli che vivevano sul territorio dellAzerbaigian, sia quelli preistorici reperti di Qobustan che albanesi templi nei villaggi di Kum e Lekit.

Con la diffusione dellIslam nel corso di molti secoli, la cultura musulmana si sta sviluppando, si stanno costruendo moschee, madrase, mausolei e si stanno sviluppando forme ornamentali di arte decorativa. Essendo una parte dellImpero russo agli inizi del XIX secolo ha permesso ai popoli che vivevano sul territorio dellAzerbaigian per la introduzione alla cultura russa, e attraverso di essa - alla cultura mondiale. Un cambiamento fondamentale è previsto nello sviluppo culturale dellAzerbaigian nel periodo sovietico. Il XXI secolo è segnato con la modernizzazione dellAzerbaigian nella sfera culturale.

                                     

1.1. Storia dello sviluppo delle culture nel territorio dellAzerbaigian Cultura preistorica

NellVIII-V millennio aC, risalgono i primi incisioni rupestri a Gobustan datati fino allo sviluppo del Medioevo. Le immagini conservate sulle rocce di Gobustan, che riflettono le rappresentazioni magiche e totemiche degli antichi popoli, i loro riti religiosi, le scene di caccia ai vari animali selvatici, ecc., testimoniano larte primitiva nellepoca mesolitica nel territorio dellAzerbaigian. Le incisioni raffigurano uomini e donne, scene di pesca, vari animali selvatici ecc. È anche possibile trovare immagini di cavalieri a cavallo, una figura eroica solitaria di una mietitore con una falce, girotondo di figure delle persone danzanti, che ricordano la danza popolare azera yallı detto anche come halay, barche con vogatori e segni solari. È possibile inoltre vedere i disegni di animali che vivevano qui negli ultimi 25.000 anni: gazzelle, caprioli, cervi, cinghiali, cavalli, leoni, ecc. Immagini di uccelli, pesci, serpenti, lucertole e vari insetti si trovano anche sulle rocce.

Il gavaldash è un tamburo di pietra originario della riserva di Gobustan, grazie al quale è possibile estrarre un motivo ritmicamente chiaro toccando la lastra di pietra, accompagnando danze rituali e cerimonie. A proposito dei riti testimoniano le cavità nei blocchi di pietra, che servivano a drenare il sangue degli animali sacrificali. Dallera dellEneolitico e del Bronzo Antico, sono sopravvissuti numerosi menhir, dolmen, cromlech, vasi di ceramica zoomorfiche, gioielli, figure di argilla e pietra di persone e animali.

                                     

1.2. Storia dello sviluppo delle culture nel territorio dellAzerbaigian Cultura dellAlbania caucasica

Allinizio della nostra era, è sorto lo stato dellAlbania caucasica con la capitale della città di Kabala, nella parte nord-orientale dellattuale Azerbaigian. A cavallo del Medioevo nel nord-est del moderno Azerbaigian - la riva sinistra del fiume Kura era abitata principalmente da albanesi caucasici, unalleanza di tribù, legata al gruppo di lingue Nakh-Daghestan dette anche lingue caucasiche nordorientali che parlavano in tante lingue almeno 26 e non capivano lun laltro.

Il re Urnayr, il sovrano caucasico dellAlbania, adottò ufficialmente il cristianesimo come religione di stato nel IV secolo dC, e lAlbania rimase uno stato cristiano fino all8 ° secolo. Il controllo sasanide si concluse con la sconfitta degli arabi musulmani nel 642 dellera Cristiana, attraverso la conquista musulmana della regione.

Tra i monumenti del patrimonio culturale dellarchitettura albanese si può notare la basilica di Kum, il tempio rotondo in Lekit, il Monastero di Yeddi Kilse, il Monastero di Khudaveng, il Monastero di Aghoghlan, la Moschea di Kurmuk, le costruzioni di difesa come Fortezza del Derbent, la Fortezza Javanshir, Fortezza Chiragqala ecc.

                                     

1.3. Storia dello sviluppo delle culture nel territorio dellAzerbaigian Cultura musulmana

Dopo la conquista araba dellAlbania Caucasica e dellArmenia VII secolo e la diffusione dellIslam nel territorio dellattuale Azerbaigian, la cultura musulmana iniziarono a svilupparsi. Furono costruite moschee, minareti, madrase e mausolei che erano popolari principalmente forme ornamentali di arte decorativa. Nei IX-X secoli con lindebolimento del califfato arabo nel territorio dellattuale Azerbaigian, abitato da popoli di lingua iranica, tribù nomadi turche, curdi, albanesi caucasici, emersero un certo numero di piccoli stati, nelle città di cui si formarono scuole di architettura e darte locali tra questi - quella di Nakhichevan, caratterizzata dalla magnificenza della decorazione ceramica degli edifici, Shirvan-Absheron, che differisce in contrasto con la levigatezza delle pareti in pietra e lo sviluppo plastico degli elementi architettonici.

NellXI-inizio del XIII secolo, il territorio dellAzerbaigian moderno faceva parte dellImpero selgiuchide. La dinastia dei Ildegizidi, che governava la regione, sviluppava la civiltà persiano-islamica. Gli eccezionali monumenti musulmani dellarte di questepoca sono i mausolei di Nakhichevan Momina-khatun, Yusuf ibn Kuseyir, la Torre della Vergine di Baku ecc.

Nel primo quarto del 13º secolo queste terre furono conquistate dai mongoli. Durante il XIII-XIV secolo, allepoca delle Kesranidi, risalgono il castello rotondo a Mardakan, la fortezza Nardaran, Khanqa sul fiume Pirsagat, le "pietre Bayil" rilievo del fregio epigrafico del castello del 13 ° secolo affondato nella baia di Baku. Allo stesso tempo, vari prodotti in metallo Nakhichevan, le ceramiche dipinte di Balakan e Ganja. Nei secoli XIV-XVI con la crescita delle città, si sviluppa larchitettura del mattone e pietra, uno dei quali è il palazzo degli Shirvanshah a Baku, eretto a metà del XV secolo. Le tradizioni delle scuole locali continuarono nei mausolei del periodo mongolo del XIV secolo, come nel mausoleo di Barda e nel mausoleo di Karabaglar, nel mausoleo Khachin-Turbetli 1314, nellarchitettura della fortezza del castello del XIV secolo nel villaggio di Ramana. Interessante è il sepolcro a cupola a due livelli di Diri Baba nella città di Maraza 1402. Nel XVIII secolo, a Sheki fu costruito Il Palazzo del Khan, il gioiello di architettura orientale.



                                     

1.4. Storia dello sviluppo delle culture nel territorio dellAzerbaigian Cultura nei tempi moderni

Essendo una parte dellImpero russo allinizio del XIX secolo aprì la strada per lAzerbaigian per introdursi alla cultura russa e, tramite quella, alla cultura mondiale. ll vero fondatore, capostipite di questa cultura era un illuminista Mirza Fatali Akhundov1812-1878. Akhundov è il fondatore della drammaturgia nazionale azerbaigiana. Tra gli autori che hanno creato nella terra dellAzerbaigian, bisogna menzionare il poeta-satirico famoso Mirza Alakbar Sabir 1862-1911, lo scrittore e satirico Jalil Mammadguluzade, che era direttore della famosa rivista satirica "Molla Nasreddin".

Tra gli autori del XX secolo, il rappresentante del realismo socialista in Azerbaigian è il drammaturgo Jaffar Jabbarly 1899-1934, i poeti sovietici Samad Vurgun, Suleiman Rustam, Rasul Rza, così come lo scrittore nativo di Baku, Leonid Zorin.

Il fondatore dellopera nazionale dellAzerbaigian è Uzeyir Hajibeyov, due volte vincitore del Premio Stalin che ha composto opere come "Leyli e Mejnun" 1908, "Arshin Mal Alan" 1913, "Korogly" 1936. Uzeyir Hajibeyov è anche lautore della musica dellinno nazionale dellAzerbaigian. Nel 1940 Afrasiyab Badalbeyli creò il primo balletto azerbaigiano e il primo balletto nelloriente musulmano - "La torre della vergine".