Топ-100
Indietro

ⓘ Consiglio di Transizione del Sud. Il Consiglio di Transizione del Sud è unorganizzazione politica secessionista dello Yemen. I 26 membri della STC comprendono i ..




Consiglio di Transizione del Sud
                                     

ⓘ Consiglio di Transizione del Sud

Il Consiglio di Transizione del Sud è unorganizzazione politica secessionista dello Yemen.

I 26 membri della STC comprendono i governatori di cinque governatorati meridionali, e due ministri del Governo centrale. È stato formato dal Movimento del Sud, conosciuto anche come al-Hirak al-Janoubi. Il movimento è stato istituito nel 2007, durante il periodo dellex Presidente Ali Abdullah Saleh, con lo scopo di operare per la separazione dello Yemen del sud dal resto della nazione, come il nome stesso suggerisce.

Proclamato il 4 aprile 2017, il Consiglio è composto da 26 membri ed è diretto da Aidarus al-Zoubaidi come Presidente, con Hani bin breik come vicepresidente. LSTC regola la maggior parte del territorio nel sud dello Yemen. Alcuni dei membri della STC erano i governatori di Dhale, Shabwa, Hadramawt, Lahij, Socotra e di al Mahra. Lo STC gestisce anche il controllo parziale dei governatorati di Abyan e di Aden.

                                     

1. Storia

Alla fine di Aprile 2017, Aidarus al-Zoubaidi, il governatore di Aden, fu licenziato dal Presidente Abdrabbuh Mansur Hadi per con laccusa di tradimento a favore del Movimento del Sud. Il 3 maggio, ebbero luogo importanti manifestazioni ad Aden per protestare contro la decisione del Presidente Hadi, a seguito delle quali si formò lSTC nello stesso mese. Hadi dichiarò il Consiglio illegittimo, il giorno dopo la sua prima convocazione.

A partire dal 28 gennaio 2018, i separatisti leali alla STC presero il controllo della sede del governo yemenita ad Aden, durante un colpo di stato contro il governo di Hadi.

Il Presidente dello STC Aidarus al-Zoubaidi proclamò lo stato di emergenza ad Aden e che "il STC ha iniziato il processo di rovesciamento del governo di Hadi nel sud del Paese".

Mustafa Akhwand di Shia Rights Watch ha sostenuto che la battaglia era una contesa tra lArabia Saudita e gli Emirati Arabi Uniti per il controllo delle risorse naturali ritrovate dello Yemen di petrolio, argento e oro scoperte vicino al confine con lOman, affermando inoltre che Hadi avrebbe dovuto dimettersi per cedere il ruolo ad un candidato più moderato e disposto a collaborare con Huthi, per diventare presidente e ricostruire il Paese.

                                     

2. Cronologia recente

  • 10 luglio 2017: il Consiglio riconosce lautorità di Hadi e promette di sostituirlo se si fosse rivelato non allaltezza del suo compito.
  • 11 maggio 2017: i due capi caduti proclamano unautorità parallela per governare il sud dello Yemen, il Consiglio di Transizione, mdi cui Al-Zoubaïdi è il Presidente, e Hani ben Bond il Vice-Presidente.
  • 5 luglio 2017: prima riunione del Consiglio di Transizione, ad Aden.
  • 27 aprile 2017: il Presidente Mansour Hadi destituisce il governatore di Aden Aïdarous al-Zoubaïdi e il ministro di stato Hani ben Brik.
  • 16 Settembre 2016, Aïdarous al-Zoubaïdi propose la creazione di un Consiglio politico delle province meridionali, che sarebbe stato alleato della coalizione guidata dallArabia Saudita e dal governo Yemenita.
  • 30 giugno 2017: Hadi rimuove dallincarico i governatori di Socotra, Hadramawt e Chabwa, membri del Consiglio.
  • 4 maggio 2017: migliaia di separatisti meridionali dimostrano ad Aden.

Listituzione ottiene lappoggio degli Emirati Arabi Uniti, per contrastare la Fratelli musulmani di Al-Islah. Il Consiglio di cooperazione del Golfo condanna la formazione del Consiglio, mentre la Lega Araba si dichiara "preoccupata". Infine, Hadi condanna la formazione.

  • 21 gennaio 2018: il Consiglio di Transizione del Sud notifica un ultimatum di sette giorni al Presidente Abd Rabbih Mansur Hadi, per destituire il governo di Ahmed ben Dagher, accudato di "corruzione", e di sostituirlo con un governo di tecnocrati, a pena di una proclamazione di indipendenza e della costituzione di un proprio governo.
  • ottobre 2017: viene annunciata la creazione di un Parlamento del Sud, composto da 303 membri.
  • 28 gennaio 2018: poco tempo dopo la scadenza dellultimatum, i separatisti con un golpe militare prendono il controllo della sede del Governo legittimo, ad Aden.
  • 23 dicembre 2017: si tiene la riunione inaugurale dellAssemblea nazionale del sud, che elegge Presidente Ahmed Saïd ben Brik, e Anis Yossouf Ali Louqman, vicepresidente dellassemblea parlamentare.
  • 11 ottobre 2017: dieci membri di al-Islah vengono arrestati ad Aden, mentre preparavano un attentato confezionando lesplosivo nelle proprie dimore.
                                     

3. Commissione governativa e presidenziale

La Commissione Presidenziale è composta da 26 membri, riportati qui di seguito:

  • Ahmed al-Socotry - governatore di Socotra
  • Ali Al-Kathiri - rappresentante dal partito SLA
  • Ali Ashaibah - generale di brigata, attivista
  • Aqel al-Attas - attivista
  • Murad al-Hallemy - Ministro dei trasporti
  • Ariano Shaikh - deputato di Aden
  • Salem al-Awlaqi - attivista
  • Ahmed Bamuallem - generale di brigata, rappresentante di Hadramawt.
  • Falchi al-Ghadi - governatore di Dhale
  • Amin Saleh - attivista
  • Hani bin breik - Vice Presidente di STC, e comandante generale della brigata Al-Hizam nota anche come "Security Belt forces"
  • Nasser al-Khobbaki - governatore di Lahij
  • Ahmed bin breik - governatore di Hadramawt
  • Mona Basharaheed - professore di letteratura
  • Saleh al-Awlaqi - parlamentare meridionale
  • Abdullah Arefarar - rappresentante di Maraa e Socotra
  • Nasser Assadi - generale di brigata, attivista
  • Bashareef - ministro delle comunicazioni
  • Shatara - giornalista
  • Antonini Shayif - economista
  • Sahair Ali - professore di diritto
  • Abdurrab al-Naqeep - rappresentante di Yafea a sud-ovest di Abyan
  • Adnan al-Kaaf - deputato di Aden
  • Di Suqi - giurista
  • Aidarus al-Zoubaidi - Presidente dello STC
  • Hamid Lamlas - governatore di Shabwa