Топ-100
Indietro

ⓘ Sogni doro, film. Michele Apicella è un giovane regista romano frustrato dallincomprensione cui va incontro il suo lavoro; sta ultimando le riprese del suo terz ..




Sogni doro (film)
                                     

ⓘ Sogni doro (film)

Michele Apicella è un giovane regista romano frustrato dallincomprensione cui va incontro il suo lavoro; sta ultimando le riprese del suo terzo film, unopera su Sigmund Freud. Apicella è seguito da due fratelli arrivati a Roma dalla provincia, che si offrono di fare da assistenti volontari per imparare il mestiere. Mentre Apicella prosegue faticosamente le riprese del suo film, la sua insicurezza lo porta ad avere dei terribili incubi, nei quali insegue una bella ragazza di nome Silvia e, sempre più roso dal tarlo della gelosia, si trasforma alla fine in un lupo mannaro.

                                     

1. Critica

Il film venne premiato con il Leone dargento al Festival del Cinema di Venezia nel 1981. Il riconoscimento venne accolto nellambiente del Cinema con qualche dissenso. Al film veniva rimproverata la presunzione esasperata del personaggio autobiografico di Moretti e il pericoloso accostarsi al modello 8½ di Fellini. Sull Europeo dello stesso anno si attribuisce a Sergio Leone la seguente dichiarazione: "Fellini 8 1/2 minteressa, Moretti 1 1/4 no".

Vani furono i ripetuti tentativi di Moretti di smentire la rilettura del suo film come unopera sui tormenti di un artista in crisi creativa o sul Cinema stesso. "Un film sul film nel film" autobiografia surreale. unintelligenza nevrotica e dissacrante. regia discontinua, spesso inadeguata e ossessivamente narcisista. in realtà sia un grande critico mancato **

                                     

2. Riconoscimenti

  • 1981 - Mostra del cinema di Venezia
  • Leone dargento a Nanni Moretti
  • Nomination Leone doro a Nanni Moretti
  • Nomination Miglior montaggio a Roberto Perpignani
  • 1982 - David di Donatello
  • Nomination Migliore attrice non protagonista a Piera Degli Esposti