Топ-100
Indietro

ⓘ Tomba di Filippo II di Macedonia. La tomba di Filippo II di Macedonia si trova a Verghina, una località vicino a Salonicco, in Grecia. Fa parte di un complesso ..




Tomba di Filippo II di Macedonia
                                     

ⓘ Tomba di Filippo II di Macedonia

La tomba di Filippo II di Macedonia si trova a Verghina, una località vicino a Salonicco, in Grecia.

Fa parte di un complesso di altre tombe scavate allinterno di una collina denominata grande tumulo o tumulo reale.

                                     

1. Storia

La tomba di Filippo II è stata portata alla luce, sotto un vasto tumulo, l8 novembre del 1977, dallarcheologo greco Manolis Andronikos negli scavi di Verghina, una località vicino a Salonicco.

Linterno della tomba, rimasto intatto, rivela opere straordinarie di estrema finezza, che contrastano con quanto riportato da alcuni autori antichi, come Demostene, che descrive Filippo come un bruto e i Macedoni come dei barbari. Si considera una delle più grandi scoperte archeologiche del XX secolo: ogni nozione sullantica Macedonia viene stravolta.

Nella tomba furono rinvenuti magnifici oggetti in avorio o poggiati su letti anchessi in oro e avorio; sul letto di Filippo stesso erano presenti alcuni ritratti realistici, i primi in assoluto mai rinvenuti nella storia dellarte, raffiguranti il re stesso: sul suo volto sono visibili tutti i segni delletà, tutte le cicatrici riportate in battaglia.

Le pitture rupestri conservano tutta la loro particolare policromia, come nella scena di caccia di oltre 5 metri, raffigurante Alessandro, e il rapimento di Persefone da parte di Ade.

                                     

2. Struttura

La tomba di Filippo II è costituita da due stanze, anticamera e camera principale, entrambe coperte da volte a botte ed alte 5.30 metri; nella prima, che misura 3.36 x 4.46 metri, quindi rettangolare, vennero deposte le ceneri di una donna, forse Meda di Odessa o Cleopatra Euridice, le mogli più giovani del sovrano macedone. La seconda stanza, quella riservata a Filippo, è quadrata e risulta di 4.46 metri di lato. Sommando queste misure allo spessore dei tre muri di 0.56 metri, e che insieme misurano 1.68 metri, si ottiene la lunghezza di 9.50 metri. La parte esterna delle volte non venne lasciata scoperta, come era solito fare per questo genere di opere in area macedone, ma venne interamente coperta da uno strato di stucco dello spessore di dieci centimetri.

Lingresso, monumentale, è sormontato dal fregio della caccia un fregio dorico al di sopra del quale si trova, protetto da una cornice in rilievo, una scena di caccia che misura 5.56 metri di larghezza e 1.16 metri di altezza.

La tomba venne fatta costruire sicuramente da Alessandro intorno al 336, anno di morte del padre.