Топ-100
Indietro

ⓘ La signora senza camelie. Clara Manni, una ex commessa milanese, è diventata attrice dopo linsistente proposta del produttore Gianni Franchi ma è costretta a re ..




La signora senza camelie
                                     

ⓘ La signora senza camelie

Clara Manni, una ex commessa milanese, è diventata attrice dopo linsistente proposta del produttore Gianni Franchi ma è costretta a recitare in pellicole che sfruttano più la sua bellezza che la sua bravura interpretativa. Gianni la sposa in fretta e, divenuto geloso, le proibisce di esibirsi in questo genere di film. Ma cambiare repertorio non è semplice e il nuovo film di Clara, che interpreta Giovanna dArco, fallisce, mettendo finanziariamente nei guai il marito.

Nel frattempo, a Venezia Clara conosce Nardo Rusconi, un console in cerca di unavventura amorosa, ma senza intenzioni serie. Clara è costretta ad accettare un altro film dal suo antico produttore, Ercolino Borra, in modo da pagare i debiti del marito. Dopo essersi separata, Clara fugge con Nardo Rusconi; ma la storia dura poco, perché Nardo non vuol creare scandali e preferisce lasciarla.

Delusa, ella cade in depressione e chiede consiglio allamico attore Lodi, che le consiglia di cambiare registro e dindirizzarsi verso ruoli più profondi. Clara rifiuta ogni copione che non corrisponda alle sue nuove esigenze, ma nessuno crede in lei. È costretta ad accettare un altro film commerciale per rientrare nel mondo del cinema, deve infatti adeguarsi alle parti insulse che le offrono: il cinismo del mondo cinematografico dominato dal danaro e dal successo di pubblico ha sopraffatto la sua ingenuità.

                                     

1. Critica

La signora senza camelie è stato considerato il punto di svolta nellevoluzione della narrativa filmica in Italia, dal cinema neorealista e quindi di critica sociale dove primeggiarono Vittorio de Sica e Cesare Zavattini con Umberto D, negli stessi iniziali anni Cinquanta, allapprofondimento della crisi dei sentimenti, che caratterizzerà il cinema di Antonioni degli anni a venire.

                                     

2. Curiosità

  • In una scena viene citata apertamente la rivista Hollywood: un finto numero del periodico viene mostrato da Gianni Franchi Andrea Checchi a Ercole Borra Gino Cervi. In copertina cè la scena del bacio tra Clara Manni Lucia Bosè e Lodi Alain Cuny.