Топ-100
Indietro

ⓘ Vaso cespugliato. Il vaso cespugliato è un sistema dallevamento adottato per lolivo, ideato negli anni 50 per ricostruire gli oliveti distrutti dalle gelate del ..




Vaso cespugliato
                                     

ⓘ Vaso cespugliato

Il vaso cespugliato è un sistema dallevamento adottato per lolivo, ideato negli anni 50 per ricostruire gli oliveti distrutti dalle gelate del 1956 nellItalia centrale. Tipologie simili possono essere adottate anche per lallevamento di alcune specie legnose a portamento arbustivo, come ad esempio il nocciolo.

                                     

1. Struttura

La differenza sostanziale rispetto alle forme a vaso consiste nellassenza del tronco, ridotto alla sola ceppaia. Lo scheletro è composto da tre branche primarie orientate verso i vertici di un triangolo equilatero, inclinate nel tratto iniziale e poi dirette più o meno verticalmente. Le branche secondarie sinseriscono lungo le primarie formando nel complesso tre strutture piramidali con le stesse finalità del vaso policonico. Nel complesso la pianta assume il portamento di un cespuglio espanso in volume e aperto al centro.

Questa tipologia è adatta alla ricostituzione di oliveti senescenti o distrutti da gelate o incendi: la ricostruzione della chioma secondo le forme dallevamento classiche richiede tempi piuttosto lunghi; sfruttando invece la capacità pollonifera dellolivo si può invece ricostruire la chioma in tempi più brevi selezionando tre dei più vigorosi polloni ricacciati dalla ceppaia, con una più precoce ripresa della produzione. Si può adottare anche per nuovi oliveti, tuttavia questo sistema si considera obsoleto soprattutto per gli elevati costi della raccolta in quanto è poco adatto alla meccanizzazione.

                                     

2. Potatura dallevamento

La potatura dallevamento, anche se omogenea nei criteri di conduzione, ha tre differenti approcci secondo il contesto.

Nella ricostruzione di oliveti distrutti o senescenti, si taglia il tronco alla base. Nel primo anno si sviluppano diversi polloni che vanno lasciati crescere indisturbati, individuando però subito quelli più vigorosi e adatti a costituire il sistema delle tre branche. Eventualmente sinterviene per favorirne lo sviluppo eliminando quei polloni che possono disturbarli. Dal secondo anno si procede con la costruzione della forma geometrica inclinando verso lesterno le tre branche e ripiegando i succhioni che tendono ad assumere uno sviluppo verticale verso linterno. Gli interventi cesori devono essere ridotti al minimo indispensabile. Linizio della produzione si può avere in genere dopo 3-4 anni, ma la piena produzione si raggiunge più precocemente rispetto alle forme classiche.

Nellimpianto di nuovi oliveti si recide il fusto alla base e si lasciano crescere indisturbati per 2-3 anni i nuovi getti, privilegiando naturalmente quelli che costituiranno le branche primarie. Linizio di produzione si avrà al 4º-5º anno, ma anche in questo caso la piena produzione si raggiunge prima rispetto alle forme classiche.

Una variante, nellimpianto di nuovi oliveti, consiste nel mettere a dimora tre piante invece di una ai vertici di un triangolo equilatero, a circa un metro luna dallaltra e inclinate verso lesterno. A maturità si ottiene una chioma che in realtà è costituita da tre piante distinte molto ravvicinate. Questo sistema permette di anticipare di un anno lentrata in produzione, tuttavia richiede costi dinvestimento elevati perché, a parità di sesto dimpianto, triplica il numero delle piante da acquistare in vivaio.

                                     

3. Potatura di produzione

Si effettua con gli stessi criteri visti per il vaso policonico. La chioma dovrà essere mantenuta aperta al centro, rimuovendo i getti vigorosi che si sviluppano verticalmente verso linterno, le cime devono essere alleggerite diradando i getti laterali che possono infittirle eccessivamente. La potatura si completa con la sostituzione delle branchette fruttifere esaurite e con periodici tagli di ritorno sulle cime per contenere lo sviluppo in altezza.

                                     

4. Criteri di scelta

Nel complesso il vaso cespugliato si caratterizza per la precocità di produzione, soprattutto in relazione alla minore lunghezza della stazione a produzione crescente. È tuttavia considerato un sistema superato per gli elevati costi dimpianto e per la difficile meccanizzazione. La forma si presta poco, infatti, per lapplicazione degli scuotitori e di reti o telai dintercettazione.

Ladozione di questo sistema potrebbe avere ancora una sua giustificazione nella ricostruzione di oliveti distrutti e nella realizzazione di nuovi impianti, di piccole dimensioni, finalizzati alla produzione di olive da mensa o di olio di altissima qualità adottando la raccolta manuale per mezzo della brucatura.

Nonostante lo sviluppo in volume, il vaso cespugliato si presta per impianti abbastanza fitti 5x5 o 5x6 o di media densità.

                                     
  • Vaso cespugliato è un sistema d allevamento adottato per l olivo. Vaso policonico è uno dei sistemi d allevamento più diffusi per l olivo. Vaso di Pandora
  • mantiene entro i 50 - 100 cm, fatta eccezione per forme adattate alla raccolta meccanica. Potatura Forma di allevamento Vaso policonico Vaso cespugliato
  • in una forma geometrica più definita il vaso cespugliato il globo oppure, con maggiori difficoltà, il vaso policonico oppure si mantiene la forma libera
  • Forma di allevamento Olea europaea Ceduo di olivo Cespuglio potatura Globo potatura Ipsilon Monocono Palmetta Siepone Vaso potatura Vaso cespugliato
  • qualsiasi schema geometrico ma può essere assimilata al cespuglio o ad un vaso cespugliato irregolare. Le piante hanno un portamento cespuglioso, con branche
  • Potatura Forma di allevamento Olea europaea Ceduo di olivo Cespuglio potatura Globo potatura Ipsilon Monocono Palmetta Vaso policonico Vaso cespugliato
  • intensiva. Potatura Forma di allevamento Olea europaea Ceduo di olivo Cespuglio potatura Ipsilon Monocono Palmetta Siepone Vaso policonico Vaso cespugliato