Топ-100
Indietro

ⓘ Omelette norvegese. L omelette norvegese, chiamata anche omelette surprise in lingua francofona o baked Alaska in inglese, fino ad arrivare alla omelette surpri ..




Omelette norvegese
                                     

ⓘ Omelette norvegese

L omelette norvegese, chiamata anche omelette surprise in lingua francofona o baked Alaska in inglese, fino ad arrivare alla omelette surprise norvegienne è un dessert molto caldo all’esterno con gelato all’interno.

Una variante consiste nel preparare il dessert flambé

                                     

1. La storia

Esistono varie versioni sull’origine e la paternità di questo dessert. Nel 1866, sulle pagine del quotidiano francese, Liberté, il giornalista Leon Brise raccontava che Balzac, chef del Grand Hotel di Parigi, aveva inventato il dolce nel 1867, durante lEsposizione Universale di Parigi, sulla base degli esperimenti del conte Benjamin Thompson. Il fisico americano aveva ricoperto di albumi sbattuti un pezzo di formaggio ghiacciato, scoprendo così la capacità di isolante termico della meringa grazie all’aria imprigionata negli albumi durante la sbattitura. Una tesi sostiene che vada a Thompson, quindi, il merito dellinvenzione di questo dolce, la cui nascita risalirebbe perciò al 1804; lo stesso Thompson lo chiamò "Omelette surprise".

La denominazione Baked Alaska è attribuita a uno chef del ristorante Delmonico di New York, Charles Ranhofer, che lo nominò così nel 1867 per festeggiare l’attribuzione dell’Alaska agli Stati Uniti. E, sempre negli Stati Uniti, il 1º febbraio si festeggia il Baked Alaska day.

                                     

2. Il dolce

È costituito da una base di biscotti o pasta margherita tagliata a fette, imbevuta con alcool kirsch o maraschino o rum, sormontata da una crema gelato, eventualmente ricoperta da una pâte à bombe preparata con tuorlo duovo, aroma di vaniglia e zucchero montati con la frusta. Lo strato esterno è costituito dagli albumi montati a neve, lavorati a spatola e spolverati di zucchero. La cottura deve essere veloce, con il forno molto caldo, e lo strato di meringa così ottenuto impedisce al calore di arrivare alla parte interna e scioglierla. Esistono varie versioni con diversi ripieni e guarnizioni del dolce. Appena estratto dal forno, il dessert va servito subito perché, "à linstar de Luis XIV, naime pas attendre", come Luigi XIV, non ama aspettare.

                                     

3. Nella cultura di massa

Nel 1938, l’omelette surprise è citata in La nausea, del filosofo Jean-Paul Sartre in relazione a uno stato di rabbia_ narra lo scrittore che la sua rabbia si dimenava allesterno, mentre gli pareva di avere dentro un blocco di ghiaccio, come unomelette-surprise.

Anche lo scrittore australiano Paul Wenz parla dellomelette surprise in relazione a uno stato danimo quando descrive i francesi durante la prima guerra mondiale: sotto la loro apparente infiammabilità nascondono un insospettabile sangue freddo.

                                     
  • di torta. Un altro dolce riconducibile alle torte gelato sono le omelette norvegesi che però a differenza delle torte vengono servite dopo essere state
  • fosse una crema per farcire dolci quali la zuppa inglese meringata, l omelette norvegese le île flottante e altri. In alcuni casi viene passato a gratinare
  • bacon uova all occhio di bue, strapazzate o anche intere, a volte una omelette salsiccia, fagioli, a volte formaggi, pomodori e funghi e, nella variante
  • Allan Poe, scritto nel 1833 e pubblicato nel 1841. Un gruppo di pescatori norvegesi con la loro barca si imbatte in una improvvisa e violenta tempesta. La