Топ-100
Indietro

ⓘ Cronografo del 354. Il Cronografo del 354 è un calendario illustrato per lanno 354, accompagnato da altri testi e illustrazioni, opera del calligrafo Furio Dion ..




Cronografo del 354
                                     

ⓘ Cronografo del 354

Il Cronografo del 354 è un calendario illustrato per lanno 354, accompagnato da altri testi e illustrazioni, opera del calligrafo Furio Dionisio Filocalo, il cui nome è riportato nella dedica sulla prima pagina del codice, offerto ad un aristocratico romano di fede cristiana di nome Valentino. Secondo gli studiosi il Cronografo contiene documenti risalenti almeno al 336.

                                     

1. Storia

Il testo ebbe una certa fortuna: si rifanno ad esso o ne copiano le illustrazioni un calendario annotato per lanno 449 di Polemio Silvio, un planisfero del 579, il ciclo pasquale di Colombano di Bobbio nel 602 e unopera anglosassone del 689.

Il codice originale è oggi perduto. Nel IX secolo ne vennero fatte alcune copie, tra le quali lora scomparso "Lussemburghese" e il manoscritto "San Gallo 878" della biblioteca dellabbazia di San Gallo. Il manoscritto Lussemburghese venne riscoperto nel Rinascimento se ne trassero una serie di copie, la migliore delle quali è il manoscritto "Romano", eseguito sotto la supervisione dellerudito Nicolas-Claude Fabri de Peiresc, che però venne eseguita dopo la perdita di alcune pagine.

Theodor Mommsen ne pubblicò il calendario nel I volume del CIL e il resto, senza illustrazioni, nel IX volume dei Monumenta Germaniae Historica Auctorum Antiquissimorum Chronica Minora, alla fine del XIX secolo.

La rilevanza storica del Cronografo deriva anche dal fatto che in esso è contenuta la prima attestazione circa la celebrazione della festa del Natale il 25 dicembre del 336.

                                     

2. Contenuto

Comprende:

  • V - Effectus XII Signorum, i dodici segni dello Zodiaco.
  • X - Lista dei prefetti urbani di Roma dal 254, terminante con Memmio Vitrasio Orfito, che aveva assunto la carica l8 dicembre del 353.
  • II - Le quattro città raffigurazioni della Tyche personificazione della "fortuna" della città di Roma, Alessandria dEgitto Costantinopoli e Treviri).
  • VIII - Lista dei consoli dal 508 a.C. al 354.
  • XII. Deposizioni dei martiri.
  • XI - Deposizioni sepolture dei vescovi di Roma dal 255 alla morte di Giulio, nel 352.
  • III - Dedica imperiale e lista dei Natales Caesarum, giorni di nascita degli imperatori.
  • XVII - Fasti Vindobonenses, aggiunta non appartenente al testo originale con la cronaca della città di Vienna dal 390 al 573-575.
  • XVI Chronica Urbis Romae, cronaca della città di Roma dai re di Roma alla morte di Licinio nel 324.
  • I - Dedica a Valentino
  • IX - Ciclo della Pasqua per gli anni 312 - 358, con una continuazione con errori fino al 410.
  • VII - Ritratti dei consoli del 354, laugusto Costanzo II e il cesare Costanzo Gallo.
  • VI - Calendario con testi e illustrazioni per i dodici mesi
  • IV - I sette pianeti allora conosciuti con le loro leggende.
  • XIV - Regioni della città di Roma Notitia riferita agli anni 334 - 357.
  • XIII - Il Catalogus Liberianus, lista dei vescovi di Roma papi, terminante con Liberio, in carica dal 352.
  • XV - Liber generationis, cronaca del mondo dalla creazione al 334.