Топ-100
Indietro

ⓘ Mansplaining è un neologismo sincratico anglofono, formato dal sostantivo man abbinato a splaining, derivato dal gerundio del verbo explain, e usato nel contest ..




                                     

ⓘ Mansplaining

Mansplaining è un neologismo sincratico anglofono, formato dal sostantivo man abbinato a splaining, derivato dal gerundio del verbo explain, e usato nel contesto del femminismo della quarta ondata, con cui viene definito quellatteggiamento paternalistico di alcuni uomini che tendono a commentare o a spiegare a una donna, in un modo condiscendente, troppo semplificato o troppo sicuro di sé "qualcosa di ovvio, oppure qualcosa di cui lei è esperta, perché pensano di saperne sempre e comunque più di lei oppure che lei non capisca davvero", talvolta anche supponendo che, quando un uomo parla, la donna "deve fermarsi ad ascoltare, magari pure quando ne sa di più".

La persona che pratica il mansplaining viene generalmente definita mansplainer, sia in inglese che in altri contesti linguistici.

La scrittrice statunitense Rebecca Solnit, cui viene accreditata la prima articolazione del concetto, attribuisce il fenomeno a una combinazione di "eccesso di sicurezza e mancanza di competenza". La giornalista del The Atlantic Lily Rothman lo definisce una "spiegazione fatta, spesso da un uomo a una donna, senza tener conto del fatto che chi spiega ha meno competenze di chi ascolta".

Nel suo uso originario, "mansplaining" differiva dalle altre forme di condiscendenza in quanto sarebbe opinione radicata che un uomo sia probabilmente più esperto di una donna. Tuttavia, ormai è anche usato in senso più ampio, ad esempio quando un uomo ma anche una donna assume un tono accondiscendente nel fornire una spiegazione a chiunque, così che la "spiegazione" fatta in tale modo possa essere rivolta a qualsiasi pubblico.

                                     

1. Origine e diffusione del termine

Il termine mansplaining fu ispirato da un saggio di Rebecca Solnit, Gli uomini mi spiegano le cose Men Explain Things to Me: Facts Did not Get in The Way in cui lautrice riferiva come, parlando con un uomo a una festa dei propri libri, ne aveva citato il più recente, su Eadweard Muybridge. Al che luomo laveva interrotta chiedendole se avesse sentito parlare "dellimportantissimo libro" su Muybridge uscito quellanno - senza nemmeno prendere in considerazione che potesse essere proprio il libro della sua interlocutrice, Rebecca Solnit, la quale ha definito nel suo saggio il comportamento delluomo con la frase "ogni donna sa a cosa mi riferisco".

Il fatto fu commentato sul social network LiveJournal col termine mansplaining che poi divenne popolare: nel 2010 il New York Times incluse mansplaining tra le "parole dellanno".

Nel 2012 il termine è stato definito "parola più creativa dellanno" dalla American Dialect Society, e nel 2014 è stato aggiunto ai dizionari online Oxford. In Australia, mansplaining è stata nominata parola dellanno 2014 dal dizionario Macquarie.

Nel 2017 il film di Damien Chazelle La Land, premiato con sei Oscar e sette Golden Globe, fu da diversi commentatori accusato di "mansplaining".

Nel 2018, durante una seduta del parlamento britannico, il primo ministro Theresa May denunciò di essere stata oggetto di mansplaining da parte del leader dellopposizione Jeremy Corbyn, che aveva usato toni sprezzanti nei suoi confronti, a seguito dellincontro con il principe dellArabia Saudita Mohammed bin Salman.

                                     

1.1. Origine e diffusione del termine In italiano

Nella lingua italiana la parola non è traducibile in modo semplice. Nonostante la scrittrice Violetta Bellocchio abbia proposto, per renderne il significato, lespressione spiegazione virile, questultima non si è diffusa e quindi per ora il concetto continua a essere reso con il termine inglese originario. La traduzione nel Fernando Picchi, Grande Dizionario di Inglese edito da Hoepli, è spiegazione maschia. La cantautrice e interprete Francesca Michielin ha scritto nel 2018 in collaborazione con Calcutta il singolo Femme, una canzone dedicata al mansplaining.

                                     
  • fu da diversi commentatori accusato di whitewashing oltre che di mansplaining Il Whitewashing nel Cinema - AMFAV, su amfav.it, 4 maggio 2016. URL
  • saggio non venga mai utilizzato, da questo saggio deriva il neologismo mansplaining che definisce l atteggiamento utilizzato da alcuni uomini durante una
  • una collezione di saggi brevi scritti da Solnit riguardo a episodi di mansplaining un termine che è stato utilizzato per descrivere una modalità di linguaggio
  • Michielin, pubblicato il 16 novembre 2018. Il testo della canzone tratta del mansplaining Francesca Michielin, il nuovo singolo Femme con Calcutta e Bruno