Топ-100
Indietro

ⓘ Anna Kolesárová è stata una giovane slovacca, uccisa durante la seconda guerra mondiale con due colpi darma da fuoco da un soldato sovietico, per avere respinto ..




Anna Kolesárová
                                     

ⓘ Anna Kolesárová

Anna Kolesárová è stata una giovane slovacca, uccisa durante la seconda guerra mondiale con due colpi darma da fuoco da un soldato sovietico, per avere respinto il suo tentativo di violentarla. È venerata come beata dalla Chiesa cattolica.

                                     

1. Biografia

Anna Kolesárová nacque a Vysoká nad Uhom, presso Michalovce, nellattuale Slovacchia, da Ján Kolesár e Anna Kušnírová, che morì quando lei era giovanissima. Il 22 novembre 1944 il paese fu occupato dalle truppe dellArmata Rossa e, durante una perquisizione, un soldato scoprì che Anna e la sua famiglia si erano nascosti in cantina. Il soldato, ubriaco, cercò di violentarla ma lei si rifiutò, e per questo fu uccisa davanti agli occhi dei familiari.

Padre Anton Lukáč, parroco del vicino paese di Pavlovce nad Uhom, annotò in latino sul registro parrocchiale, accanto al nome di Anna, "Hostia sanctae castitatis", cioè "Vittima della santa castità". Solo dopo la caduta del regime comunista si poté ricordare il suo eroico sacrificio, e la chiesa raccolse le testimonianze necessarie alla causa di beatificazione.

Dal 1999 iniziarono pellegrinaggi nei luoghi dove Anna era vissuta, e in seguito nacque lassociazione Domcek Casa a lei dedicata, con incontri e momenti di preghiera.

                                     

2. La causa di beatificazione

Il 2 aprile 2005 si aprì linchiesta diocesana, conclusa il 14 febbraio 2012. Il 6 marzo 2018 papa Francesco riconobbe ufficialmente il martirio della ragazza in difesa della castità e quindi della fede. La beatificazione è stata celebrata il 1º settembre 2018 presso lo stadio Lokomotíva di Čermel, presso Košice, dal cardinale Giovanni Angelo Becciu, prefetto della Congregazione delle cause dei santi.

Le reliquie della beata si trovano nella cattedrale di SantElisabetta a Košice e nella chiesa parrocchiale di Vysoká nad Uhom. La sua memoria liturgica è il 22 novembre, mentre nellarcidiocesi di Košice viene ricordata il 20 novembre.