Топ-100
Indietro

ⓘ Henckel von Donnersmarck. La famiglia Henckel von Donnersmarck è una famiglia nobile austriaco-tedesca che ha origine nellex regione di Spiš nellAlta Ungheria, ..




Henckel von Donnersmarck
                                     

ⓘ Henckel von Donnersmarck

La famiglia Henckel von Donnersmarck è una famiglia nobile austriaco-tedesca che ha origine nellex regione di Spiš nellAlta Ungheria, attaule Slovacchia. Il fondatore fu Henckel de Quintoforo nel XIV/XV secolo, e la sede originale della famiglia era Donnersmarck.

                                     

1. Storia

Nel 1417, allepoca del concilio di Costanza, il sacro romano imperatore re ungherese, Sigismondo di Lussemburgo, concesse ai tre fratelli Peter, Jakob e Nicholas uno stemma.

Durante i secoli XV e XVI, Giovanni II 1481–1539, un insigne studioso, corrispose con Martin Luther, Erasmo da Rotterdam e Filippo Melantone. Cominciò la sua carriera come pastore a Levoča e Košice. In seguito, soggiornò alla corte di Luigi II dUngheria e di sua moglie, Maria dAustria. Nel 1531, arrivò in Slesia e divenne canonico a Breslavia. Morì lì otto anni dopo e fu sepolto nella cattedrale locale.

Lazarus Henckel o Lazarus il vecchio; 1551–1624 fu un banchiere e proprietario di miniere, e il finanziatore della guerra dellimperatore Rodolfo II contro i turchi. In cambio dei suoi servigi, ottenne un certo numero di privilegi. Nel 1607, lui ed i suoi figli furono nobilitati con il cognome von Henckel von Donnersmarck. La sede della famiglia diventò il castello a Neudeck Świerklaniec.

Lazarus II o Lazarus il giovame; 1573–1664, detto il Pigro, fu creato barone di Gfell e Vesendorff dallimperatore, Ferdinando II, a Ratisbona nel 1636. Nel 1651, larciduca Ferdinando Carlo del Tirolo elevò il titolo a quello di conte nei domini ereditari asburgici. Ricevette lo stesso titolo nel regno di Boemia dallimperatore Leopoldo I nel 1661, che era ereditario per tutti i discendenti legittimi, maschi e femmine, in linea maschile.

Nel 1697, leredità degli Henckel del Freien Standesherrschaft di Beuthen Signoria libera di Beuthen, sotto la corona di Boemia, ottenne la conferma imperiale come Fideicommis ereditaria, un fido di famiglia ereditabile per primogenitura maschile, su quale proprietà si sarebbe successivamente basata lammissione della famiglia alla camera dei signori prussiana fino al 1918. Nei secoli seguenti, i discendenti di Lazzaro II si divisero in diverse linee e rami.

Al principio del XX secolo, la famiglia era la seconda più ricca della Prussia dopo i Krupp. Hugo I Henckel von Donnersmarck 1811–1890, fondatore e proprietario di una acciaieria, e Guido Henckel von Donnersmarck 1830–1916 furono entrambi ricchi industriali. Nel 1854 e nel 1887, alla famiglia furono assegnati i posti nella camera dei signori ereditari prussiana. Il 18 gennaio 1901, Guido Henckel von Donnersmarck ricevette il titolo prussiano di principe dallimperatore tedesco Guglielmo II, ereditabile dalla primogenitura maschile.

In seguito alla sconfitta del Terzo Reich nel 1945, la famiglia Henckel von Donnersmarck perse la sua fortuna a causa dellespulsione dalla Slesia dalle truppe ucraine dellarmata sovietica.

Nel 2007, il regista Florian Henckel von Donnersmarck ha ricevuto lOscar al miglior film in lingua straniera per il suo dramma di spionaggio, Le vite degli altri.

                                     

2. Family members

  • Conte Dr. Victor Parry Amadeus Henckel von Donnersmarck 1854–1916, inviato presso lAmbasciata tedesca a Copenhagen
  • Lazarus I Henckel von Donnersmarck 1551–1624, banchiere e imprenditore minerario
  • Conte Winfried Henckel von Donnersmarck, un membro del Sovrano Consiglio dellOrdine di Malta
  • Carl Joseph Graf Henckel von Donnersmarck 1928-2008, ha sposato la principessa Maria Adelaide di Lussemburgo 1924–2007, genitori del conte Felix Henckel von Donnersmarck 1960-2007
  • Herr. Augustine Heinrich Graf Henckel von Donnersmarck 1935–2005, prete
  • Hugo, Conte Henckel von Donnersmarck 1811–1890, proprietario terriero e industriale
  • Wilhelm Ludwig Viktor Henckel von Donnersmarck 1775–1849, tenente generale prussiano
  • Contessa Eleonore Ottilie Maximiliane Henckel von Donnersmarck 1756–1843
  • Conte Carl Lazarus Henckel von Donnersmarck 1772–1864, industriale
  • Florian Graf Henckel von Donnersmarck n. 1973, regista, sceneggiatore e produttore cinematografico
  • Heinrich Graf Henckel von Donnersmarck, CEO della SIX Swiss Exchange dal 2000 al 2008
  • Georg Graf Henckel von Donnersmarck, 1902–1973, politico del Unione Cristiano-Sociale in Baviera, deputato
  • Contessa Katharina Eleonore Veronika Irma Luise Henckel von Donnersmarck 1902–1965, attrice, interpretò la regina di Transilvania in My Fair Lady ; sposò nel 1925 il barone Erich von Goldschmidt-Rothschild 1899–1987
  • Guido, principe Henckel von Donnersmarck 1830–1916, proprietario terriero e industriale, sua moglie era conosciuta come La Païva; commissionò l’ Hotel de Païva al 25 avenue des Champs-Elysées a Paris
  • Conte Carl Maximilian Henckel von Donnersmarck, proprietario del castello
  • Conte Lazarus IV Henckel von Donnersmarck 1835–1914, proprietario terriero e membro del Reichstag tedesco
  • Conte Leo-Ferdinand Henckel von Donnersmarck 1935–2009, Presidente dellAssociazione tedesca dellordine di Malta 1997–2006
  • Lazarus III, Count Henckel von Donnersmarck 1729–1805, industriale minerario
  • Conte Elias Maximilian Henckel von Donnersmarck 1746–1827, maggiore generale prussiano
  • Conte Leo Victor Felix Henckel von Donnersmarck 1785–1861, botanico tedesco
                                     

3. Approfondimenti

  • DE Perlick, Alfons, Henckel von Donnersmarck, Hugo Karl Anton Lazarus Graf, in Neue Deutsche Biographie, vol. 8, Berlino, Duncker & Humblot, 1969, ISBN 3-428-00189-3, p. 517 online.
  • Henckel von Donnersmarckowie. Kariera i fortuna rodu, A. Kuzio-Podrucki, Bytom 2003.
  • DE Perlick, Alfons, Henckel von Donnersmarck, Guido Georg Friedrich Erdmann Heinrich Adelbert, in Neue Deutsche Biographie, vol. 8, Berlino, Duncker & Humblot, 1969, ISBN 3-428-00189-3, p. 516 s. online.
  • Hugo Reichsgraf Henckel Freiherr von Donnersmarck und die Geschichte seines Hauses. Vienna, c. 1890.
  • Guido Graf Henckel Fürst von Donnersmarck, J. Bitta. In Schlesier des 19. Jahrhunderts = Schlesische Lebensbilder ; Volume 1. Edited by Friedrich Andreae for Historischen Kommission für Schlesien. 2nd edition. Thorbecke, Sigmaringen 1985 ISBN 3-7995-6191-9.
  • DE Perlick, Alfons, Henckel von Donnersmarck, Lazarus Graf, in Neue Deutsche Biographie, vol. 8, Berlino, Duncker & Humblot, 1969, ISBN 3-428-00189-3, p. 518 s. online.
  • Zamki i pałace Donnersmarcków. Schlösser der Donnersmarcks, Jarosław Aleksander Krawczyk, Arkadiusz Kuzio-Podrucki: 2nd edition. Drukarnia Skill, Bytom 2003 ISBN 83-86293-41-1 in German and Polish.
  • Herbarz bytomski, A. Kuzio-Podrucki, P. Nadolski, D. Woźnicki, Bytom 2003.
  • Henckel von Donnersmarck Graf seit 1901 Fürst Guido, H. Nussbaum. In Biographisches Lexikon zur Deutschen Geschichte. Deutscher Verlag der Wissenschaften, Berlin 1967, Karl Obermann, Heinrich Scheel and others editors.
  • DE Probszt, Günther, Henckel von Donnersmarck, Lazarus, in Neue Deutsche Biographie, vol. 8, Berlino, Duncker & Humblot, 1969, ISBN 3-428-00189-3, p. 517 s. online.
  • Henckel von Donnersmarck Hugo. In Österreichisches Biographisches Lexicon 1815–1950. Volume 2. Verlag der Österreichischen Akademie der Wissenschaften, Vienna, 1959.
  • Henckel von Donnersmarckowie. Kariera i fortuna rodu, Arkadiusz Kuzio-Podrucki. Rococo, Bytom 2003 ISBN 83-86293-41-1 in Polish.
  • Allgemeine Enzyklopädie der Wissenschaften und Künste, 2nd section, p. 389. H-N. Leipzig, 1829.
  • Zamki Donnersmarcków, J. A. Krawczyk, A. Kuzio-Podrucki, Radzionków 2002.