Топ-100
Indietro

ⓘ Battaglia di Guinea. La battaglia di Guinea fu uno scontro navale che ebbe luogo nel golfo di Guinea, nellAfrica occidentale, nel 1478, tra la flotta portoghese ..




Battaglia di Guinea
                                     

ⓘ Battaglia di Guinea

La battaglia di Guinea fu uno scontro navale che ebbe luogo nel golfo di Guinea, nellAfrica occidentale, nel 1478, tra la flotta portoghese e quella castigliana nel contesto della guerra di successione castigliana.

Lesito della battaglia di Guinea fu decisivo per il Portogallo per proporsi come potenza dominante nellAtlantico e pose fine alla contesa dei territori con la Castiglia con al firma della pace di Alcáçovas 1479. Tutti i possedimenti castigliani ad eccezione delle Canarie passarono sotto il controllo portoghese: Guinea, Capo Verde, Madeira, Azzorre ed il diritto esclusivo di conquista del regno di Fez. Il Portogallo ottenne i diritti esclusivi anche sulle terre scoperte o da scoprire in futuro a sud delle isole Canarie.

                                     

1. Antefatto

Nel 1478, il principe Giovanni del Portogallo, che sin dal 1474 aveva ricevuto dal padre, re Alfonso V del Portogallo lincarico di gestire lespansione marittima dellimpero coloniale portoghese, ricevette la notizia che una grande flotta castigliana di trentacinque navi comandate da Pedro de Covides era stata inviata da Siviglia da Isabella di Castiglia e Ferdinando dAragona verso la città di Elmina, nella regione del golfo di Guinea, con lintento di attaccare i portoghesi presenti in loco e commerciare coi nativi. Il principe immediatamente preparò ed organizzò una flotta di undici navi con lobbiettivo di intercettare la spedizione castigliana, dandone il comando a Jorge Correia ed a Mem Palha, due dei suoi campioni.

                                     

2. Larrivo dei portoghesi e la battaglia

Quando la flotta portoghese con undici navi giunse nel golfo di Guinea, i castigliani erano già nellarea da almeno due mesi e stavano commerciando liberamente con gli africani. Oggetti di poco conto come conchiglie, vecchi abiti, braccialetti in ottone e altri oggetti venivano scambiati con oro, e lungo la costa gli schiavisti conducevano pure dei raid.

La flotta castigliana era allancora in un porto presso Elmina quando la flotta portoghese iniziò lattacco alle prime luci dellalba. I castigliani vennero colti di sorpresa e finirono per essere completamente sconfitti, forzati alla resa dai portoghesi i quali, senza danni eccessivi, furono in grado di catturare lintera flotta castigliana col ricco carico doro che trasportava a bordo.

                                     

3. Conseguenze

La flotta catturata venne inviata a Lisbona come preda di guerra. Il grande carico doro catturato ai portoghesi fu sufficiente per finanziare la campagna militare voluta da re Alfonso contro la corona di Castiglia in quello stesso anno.

Alla fine della guerra, i portoghesi scambiarono i prigionieri castigliani della flotta catturata coi prigionieri portoghesi catturati a suo tempo durante la battaglia di Toro.

Lanno successivo, il trattato di Alcáçovas venne siglato tra Portogallo e Castiglia, col quale re Alfonso V del Portogallo rinunciò ai suoi diritti sul trono castigliano, riconoscendo i Re cattolici come legittimi sovrani di Castiglia, abbandonando pure le sue pretese sulle isole Canarie, mentre la regina Isabella di Castiglia riconobbe legemonia portoghese sullOceano Atlantico, confermando la sovranità portoghese su Madeira, sulle Azzorre e sullisola di Capo Verde, nonché su tutte le terre scoperte e da scoprire in futuro dalle isole Canarie a sud.