Топ-100
Indietro

ⓘ Joachim Hoppers, latinizzato come Hopperus, è stato un giurista, docente e politico olandese della Frisia dei Paesi Bassi asburgici. Fu consigliere di Filippo I ..




Joachim Hoppers
                                     

ⓘ Joachim Hoppers

Joachim Hoppers, latinizzato come Hopperus, è stato un giurista, docente e politico olandese della Frisia dei Paesi Bassi asburgici. Fu consigliere di Filippo II di Spagna per le questioni riguardanti i Paesi Bassi. Il suo nome è legato alla fondazione dellUniversità di Douai.

                                     

1. Biografia

Joachim Hoppers nacque a Sneek nella provincia della Frisia nel 1523. Dopo aver frequentato la scuola di latino di Haarlem, studiò giurisprudenza e filosofia a Lovanio, Parigi e Orléans. Laureatosi nel 1553, divenne professore a Lovanio, per merito della sua amicizia con Viglius van Aytta, consigliere del Gran Consiglio di Malines, membro del Consiglio privato e membro del Consiglio di Stato. Nel 1566 fu anche consigliere del re Filippo II di Spagna per gli affari olandesi. Da buon discepolo di Erasmo, approvò le severe misure prese da Filippo II contro gli iconoclasti.

Fondò lUniversità di Douai nel 1561 nel nome di Filippo II, che gli diede lopportunità di applicare le sue idee sullistruzione, descritte nel suo dialogo Ferdinandus, sive de institutione principis e che sono più quelle di un insegnante piuttosto che quelle di uno statista. Il ruolo dellUniversità di Douai era di difendere il cattolicesimo dalla concorrenza della Riforma protestante.

Joachim Hoppers era profondamente fedele alla sua provincia di origine della Frisia, come mostra nella Tabula, unopera che scrisse in frisone su unepoca doro che comprendeva la Frisia. Disegnò inoltre la prima mappa della Frisia in epoca romana.

Morì durante un soggiorno a Madrid nel 1576.

                                     

2. Opere

  • Recueil et mémorial des troubles des Pays-Bas du Roy, 1743; 1858.
  • Dispositio in libros Pandectarum ex praelectionibus D. J. Hopper, Colonia, 1556.
  • De juris arte libri tres, Lovanio, 1553.
  • LA Commentatio succinta ad Institutiones iustinianeas, Frankfurt am Main, Franz Varrentrapp, 1772.
  • Epistolae ad Viglium, Utrecht, 1802.
  • Paraphrasis in psalmos Davidicos, Anversa 1590.
  • Dispositio in libros Institutionum, Colonia 1557.
  • Seduardus sive de vera iurisprudentia, Anversa, 1590. Comprende Tabula e Ferdinandus, sive de institutione principis.
  • Ad Justinanum de obligationibus πειθανῶν libri quinque, Lovanio 1553 a insaputa di Hoppers.
                                     

3. Archivio

Lettere e documenti di Joachim Hoppers sono conservati negli archivi municipali di Bruxelles, Besançon, Lilla, Giessen e presso la Biblioteca reale dei Paesi Bassi dellAia.