Топ-100
Indietro

ⓘ Minusio nel Medioevo era chiamato Menuxio 1061 ed era parte della comunità di Locarno. Durante questo periodo Minusio ottenne via maggiori autonomie in ambito s ..




Minusio
                                     

ⓘ Minusio

Minusio nel Medioevo era chiamato Menuxio 1061 ed era parte della comunità di Locarno. Durante questo periodo Minusio ottenne via maggiori autonomie in ambito sociale ed economico. Già nel 1313 risultano 175 capitoli degli statuti viciniali e alcune pergamene conservate negli archivi locali.

La comunità del Locarnese, comprendente una ventina di vicinie o piccole podesterie, fece parte dellarea di influenza della città di Milano fino al 1513. In seguito divenne parte dei baliaggi dei Confederati. Durante questo periodo Minusio divenne un importante snodo per il traffico di soldati mercenari e di varie mercanzie, grazie alla presenza della famiglia di origine urana degli A Pro che edificò la Casa di Ferro, una fortezza-caserma sulle sponde del Lago Maggiore 1558.

Durante il XIX e linizio del XX secolo molte personalità di rilievo trovarono ospitalità a Minusio come testimoniano le diverse ville e parchi ancora presenti sul pendio che si apre sul Golfo di Mappo. La Verbanella, ormai demolita, ospitò negli anni 1846-1866 lo scrittore e politico italiano Angelo Brofferio, mentre alla Baronata soggiornarono prima, negli anni 1873-1874, il filosofo e anarchico russo Michail Bakunin e successivamente lanarchico italiano Carlo Cafiero. La Roccabella appartenne inizialmente a famiglie dellaristocrazia russa e in seguito a quella del politico svizzero Rinaldo Simen. Allinizio del XX secolo il poeta e pittore Elisar von Kupffer fece costruire con il filosofo tedesco Eduard von Mayer la Villa Elisarion sul confine con Muralto.

                                     

1. Monumenti e luoghi dinteresse

  • Villa San Quirico e il suo parco pubblico ;
  • Chiesa parrocchiale dei Santi Rocco e Quirico, del XV secolo;
  • Chiesa di San Quirico in località Rivapiana, romanica con torre di vedetta, attestata nel 1313;
  • Centro anziani Casa Rea, persone di tutte le età possono sfogarsi presso il bocciodromo più vecchio del paese, datato 1874. Casa Rea è munita di un parco giochi per i bambini e di un campo di calcio nelle vicinanze.
  • Villa Elisarion (ufficialmente Sanctuarium Artis Elisarion, del 1925-1929, sede di mostre e conferenze.
  • Castello di Ferro, del 1558;
  • Villa Margherita sul Lago Maggiore ;
  • Chiesa-oratorio del Santo Crocifisso in località Cadogno, del XVIII secolo;
                                     

2. Amministrazione

Ogni famiglia originaria del luogo fa parte del cosiddetto comune patriziale e ha la responsabilità della manutenzione di ogni bene ricadente allinterno dei confini del comune. Presidente dellufficio patriziale è Paola Merlini.