Топ-100
Indietro

ⓘ Diodorus Tuldenus. Theodoor van Tulden, latinizzato come Diodorus Tuldenus, è stato un giurista e accademico olandese, cittadino dei Paesi Bassi spagnoli; fu re ..




Diodorus Tuldenus
                                     

ⓘ Diodorus Tuldenus

Theodoor van Tulden, latinizzato come Diodorus Tuldenus, è stato un giurista e accademico olandese, cittadino dei Paesi Bassi spagnoli; fu regius professor di diritto civile allUniversità di Lovanio.

                                     

1. Biografia

Tuldenus nacque a s-Hertogenbosch in una data imprecisata alla fine del XVI secolo, figlio di Nicolas van Tulden, un avvocato che prestò servizio nel consiglio cittadino. Frequentò lUniversità di Lovanio, dove studiò filosofia morale e politica sotto Ericio Puteano e successivamente diritto. Laureatosi nel 1615, tornò alla nativa s-Hertogenbosch ed entrò nellamministrazione cittadina. Nel 1620 ottenne la cattedra di diritto civile alluniversità, con dispensa per la sua mancanza di dottorato. Conseguì il dottorato in giurisprudenza nel 1633. Nel 1645 fu nominato al Gran consiglio di Malines, la più alta corte dappello nei Paesi Bassi spagnoli. Morì a Malines il 16 novembre 1645, solo quattro mesi dopo avere assunto la carica.

Era sposato con Catherine-Claire van Grevenbroeck, da cui ebbe tre figli; lunico figlio maschio, Florent Tuldenus nato intorno al 1633, fu a sua volta avvocato fiscale del Gran consiglio e in seguito consigliere del sovrano Carlo II.

                                     

2. Opere

  • Dissertationum Socraticarum libri duo, Lovanio, 1620.
  • LA De principiis iurisprudentiae libri quatuor, Leuven, Gilles Denique, 1702.
  • De principiis jurisprudentiae libri quatuor, Lovanio, P. Dormalius, 1621.
  • LA In quatuor libros Institutionum iuris civilis commentarius, Leuven, Gilles Denique, 1702.
  • Ad Institutionum juris civilis Imperatoris Justiniani libros quatuor commentarius, Lovanio, 1622. Un commento alle Istituzioni di Giustiniano, dedicato a Jacobus Boonen.
  • LA De causis corruptorum iudiciorum et remediis, Leuven, Gilles Denique, 1702.
  • De causis corrottitorum judiciorum et remediis libri quatuor, Colonia, 1624. Dedicato al Ducato di Brabante.
  • LA De iurisprudentia extemporali, Leuven, Gilles Denique, 1702.
  • De jurisprudentia extemporali sive series regularum, 2 voll., Lovanio, 1628-1629.
  • Initiamenta jurisprudentiae tredecim orationibus auspicalibus comprensione, Lovanio, 1633. Dedicato a François de Kinschot.
  • De cognitione sui libri quinque, Lovanio, 1630. Dedicato al consiglio comunale di Anversa.
  • LA Initiamenta iurisprudentiae tredecim orationibus auspicalibus comprehensa, Leuven, Gilles Denique, 1702.
  • Commentarius ad codicem Justinianeum, Lovanio, 1651. Un commento al Codice giustinianeo.
  • LA Commentarius ad Codicem iustinianeum, Leuven, Gilles Denique, 1712.
  • LA Commentarius in Digesta sive Pandectas, vol. 2, Leuven, Gilles Denique, 1702.
  • LA De civili regimine libri octo, Leuven, Gilles Denique, 1702.
  • Opera omnia, 4 voll., Lovanio, Gilles Denique, 1702–1712.
  • LA Commentarius in Digesta sive Pandectas, vol. 1, Leuven, Gilles Denique, 1702.