Топ-100
Indietro

ⓘ Héctor Majul. Venne scoperto alletà di sei anni dallallentaore ed ex giocatore Boris Dorozhenko, allepoca responsabile dello sviluppo per la Federazione di hock ..




                                     

ⓘ Héctor Majul

Venne scoperto alletà di sei anni dallallentaore ed ex giocatore Boris Dorozhenko, allepoca responsabile dello sviluppo per la Federazione di hockey su ghiaccio del Messico. Dorozhenko si trasferì in Arizona per aprire una propria scuola di hockey su ghiaccio, ed alletà di 14 anni Majul lo raggiunse, con un visto da studente. Terminata la high school, Majul rimase negli USA, dapprima grazie ad un visto come atleta dilettante, poi nuovamente con un visto da studente quando - nel 2015 - arrivò al Curry College dove giocò con la squadra delluniversità, i Curry Colonels in NCAA III Division.

Nellagosto del 2017, di ritorno da un viaggio in Messico per trovare alla famiglia, Majul venne fermato allaeroporto William P. Hobby di Houston perché nel beauty case della compagna, rientrata negli Stati Uniti qualche giorno prima e rimasto nel bagaglio di Majul, venne ritrovato un medicinale per il trattamento del disturbo da deficit di attenzione/iperattività, classificato come sostanza controllata. Majul venne fermato per il possesso della sostanza, ed interrogato a lungo. Durante linterrogatorio ammise di essere negli Stati Uniti dAmerica per provare a diventare un giocatore professionista, e questo venne ritenuto dagli agenti della dogana in contrasto con il suo visto da studente. Il visto venne cancellato e Majul fu espulso. Il ricorso presentato dallavvocato venne respinto.

Majul fu dunque costretto a fare ritorno in patria, dove giocò la stagione 2017-2018 con gli Olmec Stone Heads che disputavano la Liga Mexicana Elite de Hockey. Per la stagione successiva ottenne un provino con lHC Davos, che superò. Fu tuttavia nuovamente un intoppo burocratico legato al suo status di immigrato a bloccare il suo arrivo in Svizzera: arrivato con un visto turistico, per ottenere il visto definitivo avrebbe dovuto dimostrare di essere un giocatore professionista, ma le sue esperienze con squadre di college e con la nazionale del Messico con cui gioca sin dal 2014 non vennero considerate sufficienti.

Alla scadenza del visto, si trasferì in Serbia per allenarsi con un allenatore ex compagno di Dorozhenko. Poco tempo dopo ricevette lofferta da parte di una squadra lituana, Hockey Punks di Vilnius, con cui giocò per il resto della stagione.

La sua storia venne raccontata dal New York Times nel 2019, rendendolo un simbolo delle politiche restrittive sullimmigrazione durante la presidenza di Donald Trump.

Nellestate del 2019 è approdato in Italian Hockey League, con lHockey Como.