Топ-100
Indietro

ⓘ Giuseppe da Copertino, al secolo Giuseppe Maria Desa, è stato un sacerdote religioso italiano, appartenente allOrdine dei Frati Minori Conventuali. Fu beatifica ..




Giuseppe da Copertino
                                     

ⓘ Giuseppe da Copertino

Giuseppe da Copertino, al secolo Giuseppe Maria Desa, è stato un sacerdote religioso italiano, appartenente allOrdine dei Frati Minori Conventuali. Fu beatificato da papa Benedetto XIV nel 1753, e proclamato santo da papa Clemente XIII nel 1767. È il santo patrono di Osimo e di Copertino, la cui festa si celebra il 18 settembre.

                                     

1. Biografia

Nacque il 17 giugno 1603 da Felice Desa e Franceschina Panaca a Copertino presso Lecce, in una stalla, ancora esistente nel suo stato primitivo. Una tradizione orale locale racconta che nella sua adolescenza si recò diverse volte a Tuglie Lecce in visita ai parenti della madre, in una corte del paese denominata "panarane" dal cognome Panara, variante di Panaca; in quel periodo fu Arciprete Rurale di Tuglie, per oltre un trentennio, il copertinese Don Lelio Fiore.

A sette anni iniziò la scuola, ma una grave malattia lo costrinse ad abbandonarla. A 15 anni avviene la guarigione, attribuita - secondo i devoti - alla Madonna della Grazia di Galatone Lecce. Durante la malattia aveva pensato di farsi sacerdote francescano: gli mancava però la dovuta istruzione. Sentendosi protetto da unassistenza divina della Vergine Maria, si mise con impegno sui libri e superò gli esami: il 18 marzo 1628 fu ordinato sacerdote a Poggiardo e quindi oggi viene venerato dai cattolici come protettore degli studenti.

Per 17 anni visse nel Santuario della Madonna della Grottella in Copertino. Amava tantissimo la Madonna che soleva chiamare "La Mamma Mia".

Secondo la tradizione cattolica, a San Giuseppe da Copertino vengono attribuiti miracoli ed estasi che lo avrebbero portato a compiere voli: subì due processi del SantUffizio, che lo relegarono dapprima in Assisi 1639-1653, poi a Pietrarubbia e, infine, a Fossombrone Pesaro 1653-1657, in isolati conventi-romitori dei Frati Cappuccini.

Il 9 luglio 1657 fu restituito ai suoi confratelli e destinato ad Osimo dove morì. Il suo corpo è custodito nella cripta del santuario, in unurna di bronzo dorato.

                                     

2. Culto

Fu beatificato da Benedetto XIV il 24 febbraio 1753 e dichiarato santo da Clemente XIII il 16 luglio 1767.

Nella cittadina di Poggiardo, dove venne consacrato sacerdote, viene venerato nella Domenica in Albis domenica successiva alla Pasqua con la processione in cui il simulacro viene vestito con i paramenti liturgici tradizionali, e il 18 settembre, a Copertino, giorno della memoria liturgica diocesana.

                                     

2.1. Culto Il Santo dei voli

Nella devozione cattolica viene chiamato il santo dei voli, a motivo della levitazione che secondo le cronache del tempo avrebbe compiuto in stato di estasi e che gli procurarono il processo dinanzi al SantUffizio per abuso di credulità popolare, dal quale però venne assolto.

                                     

2.2. Culto La preghiera dello studente

Al riguardo, nelle immaginette realizzate con approvazione ecclesiastica e dellOrdine dei Frati Minori Conventuali viene riportata la preghiera dello studente:

O san Giuseppe da Copertino, amico degli studenti e protettore degli esaminandi, vengo ad implorare da te il tuo aiuto. Tu sai, per tua personale esperienza, quanta ansietà accompagni limpegno dello studio degli esami e quanto facili siano il pericolo dello smarrimento intellettuale e dello scoraggiamento. Tu che fosti assistito prodigiosamente da Dio negli studi e negli esami per lammissione agli Ordini sacri, chiedi al Signore luce per la mia mente e forza per la mia volontà. Tu che sperimentasti tanto concretamente laiuto materno della Madonna, Madre della speranza, pregala per me, perché possa superare facilmente tutte le difficoltà negli studi e negli esami. Amen.

                                     

2.3. Culto Il Santo negli USA

Gli aviatori cattolici statunitensi lo venerano come loro protettore. A San Giuseppe è legata anche limportante città americana di Cupertino.

                                     

3. Giuseppe da Copertino nella cultura di massa

  • Giuseppe da Copertino viene citato nella serie Warehouse 13 nel quattordicesimo episodio della quarta stagione, incentrato sulla levitazione.
  • La sua figura viene citata nel numero 39 della serie a fumetti Sandman nellepisodio "Terre Soffici" che vede protagonisti Marco Polo e Rustichello da Pisa.
  • Giuseppe da Copertino viene citato nel film di Carmelo Bene Nostra Signora dei Turchi e successivamente A boccaperta, sceneggiatura cinematografica dedicata interamente al santo salentino.
  • Nel documentario San Giuseppe da Copertino 2003, di Francesco G. Raganato, il popolo copertinese racconta il suo Santo.
  • Il Santo compare nel film Cera una volta. di Francesco Rosi, in cui viene rappresentato come protettore della protagonista Isabella Sophia Loren, alla quale appare alcune volte con levitazione.
  • Il film Cronache di un convento The Reluctant Saint, 1962, diretto da Edward Dmytryk, si ispira ad alcuni episodi della vita di Giuseppe da Copertino.
  • A maggio 2019 Coconino Press pubblica Il divino inciampare. Vita e miracoli di San Giuseppe da Copertino di Miguel Angel Valdivia, graphic novel ispirato alla vita del santo.
  • Giuseppe da Copertino viene inoltre citato nel romanzo Fontamara di Ignazio Silone.
  • Giuseppe da Copertino viene citato nella serie I liceali 2, nella quale Lucio Pregoni è convinto di essersi salvato da un incidente stradale per intercessione del santo.